GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Un ospedale senza chirurgia
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Un ospedale senza chirurgia


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Amandola, parla Castelli Un ospedale senza chirurgia ASCOLI “ Il consigliere regionale Guido Castelli spara a zero sul nuovo piano sanitario regionale, di cui, nei giorni scorsi, sono trapelate alcune indiscrezioni che, secondo quanto dichiarato dallo stesso consigliere non lascerebbero dormire sonni tranquilli. Quello che, nell’immediato, sembra correre i maggiori rischi, appare proprio il nosocomio di Amandola, la cui attività  é stata fino a questo momento salvaguardata in ragione della specificità  del servizio erogato dalla struttura montana. Dalle anticipazioni fornite dal consigliere Castelli risulta, infatti, che il plesso di Amandola sarà  riconvertito in un ospedale di polo adibito a svolgere esclusivamente attività  poliambulatoriale e assistenza residenziale, perdendo, di fatto, le funzioni chirurgiche. Ma cià che solleva le maggiori preoccupazioni é, secondo quanto denunciato ancora da Castelli, il tentativo, effettuato dai vertici regionali, di passare in sordina il progressivo ridimensionamento delle strutture ospedaliere di Ascoli e di San Benedetto, a beneficio di un fantomatico ospedale unico di Vallata a cui, per giunta, non sarà  ancora riconosciuto lo status di azienda ospedaliera, come risulta, infatti, dal piano sanitario triennale recentemente approvato dal consiglio regionale. Le aziende ospedaliere nelle Marche “ ha spiegato Castelli “ sono soltanto due, il Torrette di Ancona e il San Salvatore di Pesaro. Ad Ascoli non é mai stato riconosciuto il diritto di assurgere ad una simile condizione e questo ostacolo, frapposto dai vertici regionali allo sviluppo del sistema sanitario locale, continuerà  ad impedire, tanto al Mazzoni che all’Ospedale unico in Vallata, di acquisire l’autonomia di bilancio e le alte specializzazioni. Cià significa “ ha proseguito il consigliere “ che il risparmio conseguente da una razionalizzazione della spesa sanitaria effettuata ad Ascoli non si trasformerà  mai in un beneficio usufruibile sul nostro territorio ma, al contrario, continuerà  a disperdersi nel profondo buco di bilancio alimentato, negli ultimi anni, dalla gestione centralizzata del servizio sanitario regionale, facente capo ad Ancona.PAOLO CLERICIcorriere adriatico 

articolo visualizzato 763 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 11-11-2006

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...