GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Troppi giovani si perdono nell’alcol
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Troppi giovani si perdono nell’alcol


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Troppi giovani si perdono nell’alcol Il 10% consuma 10 bevande al giorno, il 46,6% ne ingurgita 4 AMANDOLA -L’uso smodato di bevande alcoliche tra gli adolescenti ed i giovani sta diventando preoccupante. Lo si desume da quanto emerso nel convegno “Giovani e Alcol: tra uso e abuso” tenutosi nella sala Carisap di Amandola. Sono preoccupanti i dati raccolti dalla cooperativa sociale “Service Coop” nella ricerca “Stili comportamentali, strutture concettuali e consumo di bevande alcoliche dei giovani del territorio ASL 13 di Ascoli Piceno”. I risultati riguardano ragazzi dai 14 ai 19 anni degli istituti scolastici superiori del territorio dell’Asl 13. Le percentuali danno un quadro della situazione: il 10% dei giovani consuma 10 bevande alcoliche al giorno e costituiscono una fascia a richiesta di soccorso, il 46,6% ne ingurgita 4-5 quotidiane mentre il 43,4 ne fa uso limitato. L’utilizzo è più diffuso tra i maschi che tra le femmine ed inoltre più a rischio sono coloro che frequentano gli istituti professionali rispetto ai commerciali e se ne fa più uso nella Vallata che nell’area montana. Occorre un intervento articolato per un fenomeno sempre più dilagante. Occorre partire dal disagio esistenziale che porta il giovane verso lo sballo, capirne le origine e mettere in atto tutte le misure necessarie di prevenzione oltre che di recupero. Verso questa direzione va il progetto “Comportamenti giovanili, consumo di bevande alcoliche e prevenzione all’abuso” finanziato dalla regione Marche nell’ambito del Fondo Nazionale Lotta alla Droga – Anno 2000 e cofinanziato dall’Asl 13 di Ascoli Piceno, dall’Ambito Territoriale Sociale XXIII e dalla Comunità Montana dei Sibillini.”Un progetto importante per il nostro territorio – dice il presidente di quest’ultima Ciaffaroni – e sono preoccupanti i tagli della finanziaria nel settore sociale e della prevenzione”. Ma perché si beve in modo eccessivo? Al primo posto tra le cause c’è il disagio psichico, poi il senso d’inferiorità, la scarsa fiducia in se stessi, tutto per trovare una reazione psicoattiva, per sperimentarsi nella società, per provare qualcosa a se stessi, per riempire un vuoto nella giornata. Fondamentale è senza dubbio ciò che si deve fare in tema di prevenzione “Però non deve essere fatta sull’alcol ma sulla persona” dice Mario G.L. De Rosa, direttore del servizio tossico ed alcol dipendenze dell’Asl 8 di Civitanova Marche.Allarmante la testimonianza di un adolescente. “Questa conferenza è utile – sostiene – ma alla nostra età arriva un po’ tardi, ci sono ragazzi che iniziano a bere molto ma molto prima”. Un fenomeno dunque contro il quale bisogna correre ai ripari, senza sottovalutazioni di comodo che rischiano di compromettere un quadro già molto allarmante.ROBERTO RAFAIANI

articolo visualizzato 653 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 03-12-2003

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...