GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Teatro Mercantini: finestra sul mondo
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Teatro Mercantini: finestra sul mondo


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Teatro Mercantini: finestra sul mondo di Rosita SpinozziRIPATRANSONE – Ha appena concluso la direzione artistica del settore teatro al Festival di Amandola ed è stato artefice del brillante epilogo del Festival del Leone, senza trascurare i suoi numerosi impegni di lavoro legati a laboratori, spettacoli teatrali e produzioni televisive. Marco Di Stefano è un instancabile professionista animato da una passione genuina che lo porta a regalare al pubblico grandi emozioni, e compiere anche il miracolo di aver attivato al Mercantini un circuito teatrale in grado di coinvolgere persone e paesi. Con il risultato finale di “Non bastano due ali per essere angeli”, spettacolo del Teatro della Comunità che sabato scorso ha entusiasmato anche il sindaco Paolo D’Erasmo salito sul palco per congratularsi, ha dichiarato di aver vinto definitivamente quella patina di scetticismo iniziale. «Il festival del Leone è una sigla dietro la quale si cela il sogno di rendere il Mercantini un centro di attrazione nazionale e internazionale» – spiega Di Stefano – «È importante sottolineare che a Ripatransone c’è un bellissimo teatro che rappresenta un luogo di sacralità civile. E il teatro non è solo dei ripani, ma di quanti lo vivono in questo momento, di quei ragazzi che fanno chilometri per venire a provare o frequentare i laboratori invernali». Motivo per cui l’attore esorta a superare la trappola culturale che vede la città dei propri abitanti, soprattutto in un periodo di grande mobilità come quello odierno. «Bisogna uscire da questi falsi steccati. La formula della Comunity funziona dovunque perché è basata su un meccanismo valido» continua Di Stefano, sottolineando l’intento di voler mettere in rete Ripatransone con Amandola e realizzare un festival che si svolge in più centri e possa ospitare anche spettacoli internazionali. Nel frattempo, ci sono altre “fatiche” che attendono il vulcanico attore e regista. Tra queste il ruolo fisso di allenatore di una squadra di calcio nella fiction di Canale 5 “Ho sposato un calciatore”, con la partecipazione di Costantino Vitagliano nel ruolo inedito di portiere, mentre è in attesa l’uscita del film sulla vita di Cecco d’Ascoli, “Un gesto di coraggio” di Piero Maria Benfatti, in cui Di Stefano è uno dei protagonisti insieme a Tobias Moretti. E naturalmente tantissimo teatro a Roma, Macerata e nel mondo.

articolo visualizzato 747 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 29-09-2004

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...