GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Tartufo dei Sibillini, un atto d’amore
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Tartufo dei Sibillini, un atto d’amore


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Amandola/Tre giorni dedicati a cucina, convegni e visite alla tartufaie Tartufo dei Sibillini, un atto d’amoreAMANDOLA — Il tartufo dei Monti Sibillini? E’ un atto d’amore. Provare per credere. Già si sente il profumo di quanto accadrà nel prossimo week end tra Amandola, Montefortino e in dieci ristoranti sparsi nella provincia di Ascoli. Venerdi, sabato e domenica prossimi, infatti, si svolgerà una tre giorni non stop dedicata ai tartufi dei Sibillini che qualcuno giudica addirittura migliori di quelli di altre zone di produzione più note. «Percorsi d’amore» per assaggiare il tartufo e fare un tuffo nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, in un paesaggio incontaminato fra natura, cultura e sapori. Un territorio in perfetta sintonia slow ricco di biodiversità, di saperi tramandati e di produzioni artigianali di qualità.Dopo il grande successo al Salone del Gusto di Torino, i tartufi dei Sibillini è il primo dei 3 aventi, nel quadro del progetto «Marca Picena», che vede impegnati vari enti e associazioni e la Condotta del Piceno di Slow Food. I prossimi appuntamenti riguarderanno l’oliva tenera ascolana e la cucina marinara. Venerdì 7 si comincia alle 17, nella sala convegni della Carisap di Amandola, con il convegno sul tema «I tartufi dei Sibillini. Il profumo del Parco. Idee per la valorizzazione integrata dei prodotti e del territorio». Coordina Antonio Attorre vice presidente Slow Food. Tra i relatori anche lo shef del “Symposium" di Cartoceto Lucio Pompili e Giusto Giovannetti, ascolano di origine, presidente del Centro colture sperimentali di Asto, uno dei massimi esperti nella coltivazione del tartufo. A conclusione cena nell’Hotel Paradiso a base naturalmente di tartufi. La giornata di sabato è dedicata ai “sopralluoghi". Alle 9,30 partenza per la visita a due tartufaie (naturale e micoirizzata) e dimostrazione cinofila di ricerca. Pranzo ne «La cittadella" di Montemonaco e alle 15,30 visita dei luoghi di maggiore pregiso artistico e dei beni culturali del comprensorio: chiesa di San Ruffino di Amandola, chiesa di San Giorgio all’isola di Montemonaco, Pinacoteca di Montefortino, Museo diocesano di arte sacra, eccetera. Domenica 9 «Festival del tartufo vero» di Montefortino con stand gastronomici ed esposizione.Nei 3 giorni della manifestazione menù a tema presso i ristoranti: Messer Chichibio di San Benedetto, Caserma Guelfa di San Benedetto, Gallo d’oro di Ascoli, Trattoria dell’Arengo di Ascoli, Le Terme di Acquasanta Terme, La Cittadella di Montemonaco, Da Roverino a Comunanza, da Benito a Montefortino, Savoy di Amandola e Hotel Paradiso di Amandola. Informazioni (possibili anche soggiorni) e prenotazioni: 0736-256344, 335-638020.

articolo visualizzato 1.112 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 02-02-2003

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...