GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Studio idrogeologico per trovare sorgenti
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Studio idrogeologico per trovare sorgenti


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Progetto con l’Università  La Sapienza AMANDOLA – In collaborazione con l’Autorità  di Bacino del Tevere e con il supporto del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università  La Sapienza di Roma, é stato completato lo Studio Idrogeologico per l’identificazione e la caratterizzazione degli acquiferi che alimentano le sorgenti dei corsi d’acqua perenni dei Monti Sibillini. Oltre a confermare molti dei dati emersi dagli studi per il piano delle acque, lo studio fornisce nuove importanti informazioni sulla disponibilità  delle risorse idriche sotterranee profonde e costituisce quindi la base indispensabile per la loro tutela. L’importante ricerca costituisce anche l’occasione per un ultimo ringraziamento che il Parco dei Sibillini rivolge alla memoria del compianto Professor Carlo Boni, uno dei massimi esperti idrogeologi d’Italia scomparso alcuni mesi fa. Il Professor Boni, che ha collaborato con il Parco dei Sibillini in molte occasioni, é stato il Responsabile Scientifico proprio di questo studio, poi completato con il coordinamento del prof. Marco Petitta. Uno studio di una certa importanza che serve a prendere tutte le misure necessarie e possibili per garantire queste vene acquifere originarie che garantiscono un rifornimento continuo dei corsi d’acqua, partendo dalla montagna e andando a creare fiumi e torrenti. Altra iniziativa importante dell’Ente Parco di questi ultimi tempi é il Catasto completo degli incendi boschivi che si sono sviluppati sui Sibillini sin dall’anno 2000, consultabile sul sito internet www.sibillini.net. Esso si basa sui dati rilevati, tramite Gps, dagli agenti del Coordinamento Territoriale per l’Ambiente del Corpo Forestale dello Stato, ed é consultabile in ambiente Gis. E’ oggi così possibile ottenere informazioni dettagliate sulle aree percorse dal fuoco, distinte per particella catastale, sulle caratteristiche dell’ambiente naturale, sui tempi per la realizzazione dell’intervento di spegnimento e molte altre utili informazioni. Con il catasto degli incendi boschivi il Parco dei Sibillini contribuisce a sostenere l’azione dei Comuni espressamente chiamati dalla legge quadro a realizzare annualmente il Catasto delle superfici percorse dal fuoco. Il Parco dopo aver dotato il Corpo Forestale dello Stato di moderni mezzi ed attrezzature antincendio, utilizzate anche per controllare i numerosi incendi al di fuori dell’area protetta della scorsa estate, ha avviato un ambizioso programma volto a garantire il monitoraggio, tramite telecamere, del proprio territorio.F.M., corriere adriatico

articolo visualizzato 626 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 12-01-2008

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...