GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Sparisce il video: l’intera classe dai carabinieri
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Sparisce il video: l’intera classe dai carabinieri


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Amandola, sparisce il video: l’intera classe dai carabinieri AMANDOLA La videocassetta didattica per l’insegnamento dell’inglese non è al solito posto e la professoressa porta tutti i 19 alunni della prima media dai carabinieri come «testimoni» per denunciare la sparizione e la conseguente impossibilità di svolgere la lezione. È avvenuto venerdì scorso ad Amandola, nel cuore dei Monti Sibillini. L’insegnante era intenta a fare la lezione, quando, non trovando il video, è andata su tutte le furie. Immediatamente è sorta una discussione per accertare i motivi della scomparsa e individuare l’eventuale autore della… sottrazione. Non spuntando il “colpevole”, la professoressa ha pensato bene di recarsi nella stazione dei carabinieri, a poche decine di metri di distanza dalla scuola, decisa a presentare denuncia contro ignoti, portandosi dietro tutta la classe, senza però informare preventivamente né il preside, né i genitori. Il comandante della locale stazione dell’Arma, però, dopo aver valutato gli aspetti formali e legali della vicenda, ha convinto la donna a rinunciare e tutti sono tornati in aula a piedi, come erano venuti. A quanto pare, la videocassetta sparita sarebbe stata poi trovata in un’altra classe. Il preside non ha voluto commentare la notizia, mentre il sindaco e l’assessore alla Pubblica istruzione sostengono di non sapere nulla della vicenda. Bocca cucita anche da parte del dirigente dell’Istituto scolastico comprensivo di Amandola, imbarazzato per un episodio davvero singolare che rischia di mettere in cattiva luce la scuola. Meno concilianti i genitori dei 19 ragazzini, che si sono rivolti alle autorità scolastiche, chiedendo spiegazioni sulla trasferta non autorizzata, e non escludono iniziative legali. «Come sostiene qualcuno di loro ci chiedono il permesso per qualsiasi uscita extrascolastica, e per un caso del genere nessuno ci informa?». E del caso si sta interessando anche la Procura del Tribunale dei Minori delle Marche. Insomma, un putiferio che poteva essere evitato benissimo con un po’ di buon senso.

articolo visualizzato 765 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 14-11-2004

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...