GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Servizi,meglio gestirli insieme.
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Servizi,meglio gestirli insieme.


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Servizi, meglio gestirli insieme . AMANDOLA — Possibile unire più Comuni montani nella gestione di alcuni servizi? Da una recente indagine elaborata dalla direzione centrale per la finanza locale, si è appreso che la cifra media spesa per abitante va da un minimo di 619 euro (per fasce da 5.000 a 30.000 abitanti), a un massimo di 1.032 euro (per Comuni sotto ai 500 abitanti). Per spendere meno, gli enti locali, con popolazioni fino ai 5.000 residenti (58 su 73 in provincia), dovrebbero portare avanti una politica tendente alla gestione associata dei servizi: si risparmierebbero centinaia di milioni potendo usufruire anche di incentivi da parte delle Regioni e dallo Stato. In questi giorni si parla tanto di aumento di tasse e tagli nei servizi, ma gli enti locali spendono con oculatezza? Una domanda che ha spinto l'associazione 'Arcobaleno' ad alcune considerazioni: «Alcuni uffici fanno le paghe solo per 4 dipendenti, quando la gestione di tale servizio potrebbe essere svolta da un solo Comune per tutti gli altri, facendo risparmiare anche nel costo dell'assistenza software. Nei centri montani, il servizio della raccolta dei rifiuti solidi urbani registra le situazioni più disparate, con tariffe differenti, e non di poco, anche tra paesi confinanti. Condizione simile anche in alcune entrate: Comuni che non hanno applicato l'addizionale Irpef, mentre altri hanno previsto la percentuale massima dello 0,5%; identica situazione per l'Ici». Non mancano gli interrogativi: «Dove sono i revisori dei conti? Dov'è la Provincia che, tra le sue funzioni, ha quella della raccolta ed elaborazione dati, assistenza tecnico-amministrativa agli enti locali? La conseguenza è che la pressione fiscale nelle zone montane è molto alta, con servizi carenti. Di questo passo la Comunità montana dei Sibillini si impoverirà sempre di più. Sulla carta la montagna è salvaguardata da numerose leggi, mai applicate. Ad aggiungere altre disposizioni è proprio la recente legge 448/2001 che, all'articolo 52, oltre a prevedere nuove disposizioni per favorire le aziende agricole montane, introduce un aspetto nuovo che è quello di assicurare le prestazioni sanitarie d'urgenza nelle località disagiate con medici, ostetriche e infermieri. Porteremo avanti un nostro progetto: sensibilizzare i Comuni affinché ci sia omogeneità nella pressione fiscale, razionalizzazione della spesa e valorizzazione delle attività economiche del territorio». Fabio Paci

articolo visualizzato 587 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 26-01-2002

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...