GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Se il gelo non cede saranno guai.
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Se il gelo non cede saranno guai.


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Se il gelo non cede saranno guai ASCOLI — Colture a rischio in tutta la provincia a causa dell'ondata di maltempo che sta imperversando dalla costa agli Appennini. Le gelate delle scorse notti, la neve che continua a cadere anche a quote basse e gli sbalzi di temperatura contribuiscono a rendere gennaio uno dei mesi più delicati per gli agricoltori che iniziano a segnalare i primi danni agli ulivi e alle colture di frutta e verdura. Le richieste sono state inoltrate ad alcuni dei sindaci dei 73 comuni piceni, che, nei prossimi giorni, chiameranno in causa il Servizio Decentrato per l'Agricoltura della Regione. «Quei coltivatori che ci hanno contattato direttamente — ha spiegato Liliana Bachetti del servizio regionale — si sono detti preoccupati per questo freddo che sembra non andarsene. Noi siamo pronti a qualsiasi tipo di emergenza ma dobbiamo essere contattati dai Comuni. Poi, i nostri tecnici, provvederanno a fare dei sopralluoghi per valutare l'entità dei danni. I contributi economici saranno corrisposti se andranno a male oltre il 35 per cento delle coltivazioni». In attesa che l'inverno diventi un po' meno rigido, il Centro Meteorologico locale darà alcune utili indicazioni agli operatori del settore nel primo notiziario del 2002 che sarà diramato martedì e potrà essere consultato su internet (all'indirizzo http://meteo.regione.marche.it/assam). In alcune zone, soprattutto lungo la costa, il momento critico dovrebbe passare, ma un grosso punto interrogativo si materializza non appena si superano i duecento metri sopra il livello del mare. «Le gelate rischiano di mandare all'aria il lavoro di mesi degli agricoltori — lamenta Benito Vagnoni, tecnico del Consorzio Fitosanitario Marchigiano ed esponente della Confederazione Italiana Agricoltori — . Finora non si sono registrati grossi danni, ma se le la situazione non dovesse migliorare, ci troveremo di fronte all'ennesimo anno nero. Le colture di cavolfiore non sembrano intaccate dal gelo e per una prima stima dei danni causati agli ulivi si dovrà attendere almeno l'ultima settimana del mese di gennaio». Per tutti, l'invito è quello ad essere ottimisti. Secondo gli addetti ai lavori, se la situazione dovesse migliorare, le perdite per l'agricoltura saranno contenute.di Claudio Romanucci

articolo visualizzato 791 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 04-01-2002

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...