GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Scatta la selezione per ottanta badanti
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Scatta la selezione per ottanta badanti


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Verifica dei requisiti per aiutare gli anziani ASCOLI “ Badanti a scuola di formazione professionale, nel Piceno, grazie all’intraprendenza dell’assessorato provinciale alla Formazione ed ai comuni di Ascoli San Benedetto e Fermo, che hanno subito raccolto l’idea lanciata dall’assessore Mandozzi. Pronto il bando di ammissione, con scadenza il 28 aprile, che contempla la partecipazione di un massimo di 80 soggetti (20, di cui almeno 15 donne, per ognuno dei 4 corsi che si terranno nei centri locali per la Formazione di Ascoli, Amandola, San Benedetto e S.Elpidio a Mare), che da maggio a luglio seguiranno lezioni di due ore giornaliere (dalle 15 alle 17) con cadenza bi/trisettimanale. Il corso ideato dalla Provincia si prefigge la finalità  di formare figure professionali capaci di attivare soluzioni tese a soddisfare i bisogni delle persone anziane assistite. Figure che siano in grado di conoscere le principali norme igienico-sanitarie anche relative alla cura degli ambienti in cui si lavora, e che sappiano anche preparare pasti equilibrati e di sbrigare eventualmente le pratiche burocratiche con cui normalmente una badante si trova a che fare: uffici postali, farmacie o altro. La presenza di immigrati in Italia “ afferma l’assessore Mandozzi “ non va considerata solo come un problema di sicurezza interna, ma va vista in un quadro più ampio dove queste persone debbono essere considerate come apprezzabili risorse per il sistema socio-economico anche in relazione al settore dell’assistenza familiare. E’ da inquadrare in questo senso l’iniziativa che sta per partire, in cui l’amministrazione provinciale e le amministrazioni comunali di Ascoli, Fermo e San Benedetto hanno sottoscritto un protocollo d’intesa finalizzato alla costituzione di un rapporto stabile di collaborazione per la formazione dell’sddetto di assistenza a domicilio. Protocollo che é stato condiviso anche dai rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil, dalla Prefettura, dalla Questura, dall’Università  Politecnica delle Marche e dagli enti previdenziali. L’iniziativa della Provincia prevede anche la creazione di un elenco degli addetti all’assistenza a domicilio, onde facilitare l’incrocio tra domanda e offerta di lavoro ed il supporto alla predisposizione di un curriculum personalecorriere adriatico

articolo visualizzato 883 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 04-04-2008

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...