GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Riaperta l’area della frana
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Riaperta l’area della frana


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Iniziati subito i lavori di bonifica del territorio per liberarlo dalla grande quantità di fango MONTEFORTINO – E’ stato disposto il dissequestro dell’area interessata dalla gigantesca frana che nelle settimane scorse si era riversata per tutta la parete di una collina, nel territorio di Montefortino. Il provvedimento è stato deciso dal sostituto procuratore di Ascoli Piceno, Picardi, lo stesso che aveva fatto mettere i sigilli intorno alla zona subito dopo l’accaduto, al fine di stabilire le cause e le eventuali responsabilità del disastro geologico. L’enorme quantità di materiale fangoso, di circa dodicimila metri cubi, si era staccata dalla sommità della collina in questione, dove in passato era stato creata una grande cavità a causa del prelevamento della breccia da parte di una ditta locale. Questa ex cava, una volta esaurita, era stata riempita con materiale terroso. Probabilmente, ma sulle cause non c’è ancora certezza, le successive infiltrazioni profonde d’acqua dovute alle piogge ha creato un effetto slavina, facendo staccare una massa gigantesca di terra che è scivolata verso valle. Per un soffio non ha travolto la strada provinciale che collega Amandola con Montefortino, tra l’altro nei pressi di un ponte in fase di ristrutturazione e fortificazione. E sempre per poco la frana non è andata ad ostruire il fiume Tenna. Un disastro che poteva creare problemi ancor più gravi. Subito dopo il dissequestro la stessa ditta che aveva fatto i prelevamenti di breccia ed i successivi riempimenti della cava, ha iniziato subito i lavori di bonifica del territorio per liberarlo della gran quantità di fanghiglia che si è estesa per circa un centinaio di metri di lunghezza. L’impresa sta lavorando rapidamente in modo da poter approfittare dei giorni di bel tempo per togliere più fango possibile ed evitare il pericolo di un’ulteriore estensione della frana in caso di nuove copiose piogge.FRANCESCO MASSI

articolo visualizzato 931 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 23-12-2003

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...