GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Quarta stalla nel mirino. Già sequestrati 125 bovini.
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Quarta stalla nel mirino. Già sequestrati 125 bovini.


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Quarta stalla nel mirino Già sequestrati 125 bovini di SERGIO BIAGINIASCOLI – Un altro allevamento, il quarto nella zona di Amandola, dovrebbe oggi essere interessato da un nuovo sequestro di bovini da parte del Nas di Ancona e delle autorità sanitarie. L’ufficio veterinario della Asl 13 che lavora gomito a gomito con i carabinieri del Nucleo antisofisticazioni avrebbe già disposto un sopralluogo per questa mattina. Il provvedimento che si preannuncia è quello attuato per le altre aziende che si rifornivano dallo stesso mangimificio di Monte San Martino (Macerata): sequestro cautelativo delle bestie e di campioni di mangime presenti in stalla per le inevitabili analisi. I sequestri precedenti hanno interessato 79 bestie di un allevamento di Amandola, 16 capi di una stalla sempre dello stesso comune e 33 bovini di un allevamento della zona di Montefortino. Ancora ieri non erano arrivate alla direzione dell’ufficio veterinario della Asl i risultati delle analisi effettuate sui campioni di mangimi. Forse il responso giungerà oggi. Se dovessero essere trovate tracce di farine animali allora si renderebbero necessari esami specifici sui capi avviati, sotto stretta osservazione, alla macellazione. «Si presume solo che i bovini posti sotto sequestro-precisa meglio il dott. Giancarlo Travaglini, responsabile del servizio veterinario della Asl 13-abbiano mangiato mangime proveniente dell’azienda di Monte San Martino. Certezze non ve ne sono e del resto non sono state trovate partite di mangimi in due dei tre allevamenti, i più piccoli, già posti sotto sequestro». «Non abbiamo mai trovato tracce di mangimi con farine animali nel territorio della nostra Asl» rimarca Travaglini. «Non abbiamo mai avuto sentore di malattie particolari tra i bovini. Né ci sono giunte segnalazioni di morti sospette di animali. Per questo inviterei a ridimensionare molto le preocupazioni sul morbo della cosiddetta "mucca pazza". Si può dire che conosciamo ogni capo degli allevamenti esistenti tra Ascoli, Amandola e Offida. Oltre infatti alla profilassi bovina che attuiamo annualmente contro la tubercolosi, la brucellosi e la leucosi enzootica, le visite e di controlli nelle stalle sono stati accentuati e mirati da giugno in poi proprio per attuare uno specifico programma sanitario di contrasto della Bse. Nove veterinari della Asl sotto il mio coordinamento sono impegnati in questi controlli che ripeteremo due volte l’anno e che tra l’altro sono finalizzati non solo a verificare le condizioni degli animali ma anche il nutrimento a cui sono sottoposti. Sulla base di tutto questo, ripeto, non sono emersi problemi di sorta».Travaglini aggiunge che controlli sono anche effettuati nei tre mattatoi che operano nella Asl (ad Acquasanta, Offida e Amandola). Prima della macellazione gli animali vengono sottoposti a visita, poi vengono sequestrati cervello, midollo spinale, occhi e intestino dei bovini e milza negli ovini. Il tutto viene incenerito. Solo nel caso di animali con oltre trenta mesi di vita si procede all’analisi dei reperti. «Che però non sono previsti negli animali più giovani e che rappresentano comunque la maggior parte dei capi macellati». Inutile sottolineare che le carni più richieste sono proprio quelle di vitellone. «Ma qui sono più che sicure-avverte Travaglini- perchè in genere il circuito è chiuso. Sono gli allevatori locali che riforniscono i macellai della zona». Tra l’altro su un patrimonio zootecnico di circa novemila capi esistente all’interno del territorio della Asl 13 e presso 822 allevamenti circa (di cui duecento da «ingrasso»), solo 1.500 capi sono «da carne», destinati insomma alla macellazione (il restante è da riproduzione). E si tratta quasi sempre di capi giovani. Solo nel caso di esami positivi sui mangini si potranno autorizzare analisi sui bovini sequestrati e dunque macellati. Ma anche di fronte a questa evenienza non si capisce ancora bene che fine farà la carne posta sotto vincolo. Esclusa ogni infezione da Bse potrà essere avviata alle tavole dei consumatori? La preoccupazione non è secondaria per gli allevatori di Amandola e dintorni che hanno visto i loro capi sequestrati e che paventano già danni ingenti per le loro piccole aziende. Pochi giorni fa hanno incontrato ad Ascoli l’assessore regionale Agostini per affrontare l’importante problema della distruzione dei capi morti. Fino all’anno scorso le carcasse potevano essere sotterrate con l’autorizzazione delle autorità sanitarie e del sindaco del Comune interessato. Poi con il diffondersi dell’allarme Mucca pazza è stata introdotta una nuova regolamentazione che prevede l’obbligo di incenerimento. Una procedura questa comunque costosissima che implica per gli allevatori un esborso superiore al milione. Che potrebbe spingere in qualche caso a nascondere addirittura alle autorità competenti qualche decesso. Proprio per evitare questo e per dare massima trasparenza ai controlli la Regione sta comunque per correre ai ripari. Agostini avrebbe promesso un provvedimento che dovrebbe portare attraverso contributi ad hoc, ad abbattere almeno il sessanta per cento dei costi di incenerimento.

articolo visualizzato 803 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 30-01-2001

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...