GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Provincia, avanti lo straniero
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Provincia, avanti lo straniero


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Provincia, avanti lo straniero «Le accuse di Bossi ci onorano»di ROBERTA LAZZARINIIl 16 marzo prossimo 6.656 extracomunitari, sui circa diecimila residenti da almeno un anno nel Piceno, si recheranno alle urne per votare il consigliere straniero aggiunto che parteciperà all’attività del Consiglio provinciale con diritto di parola, ma non di voto, già nella seduta del 1° aprile. Sono 8 i seggi che verranno predisposti, 2 a San Benedetto ed a Fermo, e 1 rispettivamente ad Ascoli, Amandola, Porto Sant’Elpidio, e Montegiorgio. La deliberazione della Provincia si aggiunge all’iniziativa dei Comuni di Grottammare, Ripatransone, Colli del Tronto, Spinetoli e Fermo, che si sono già dotati di tale rappresentante in Consiglio, alla Consulta degli stranieri di San Benedetto ed al Centro polivalente immigrati (ce ne sono solo due nelle Marche). Ed ora è il momento delle liste, ne saranno più di una, in cui sarà rappresentata anche la componente femminile, e di campagna elettorale. Ieri hanno presentato il risultato di quello che è stato un percorso lungo e laborioso il presidente del Consiglio provinciale Ubaldo Maroni, l’assessore alla mondialità e alla pace Patrizia Rossini, il coordinatore del Centro polivalente Omar Khattab, la segretaria dell’Anolf-Cisl Marilù Bonzi ed Alfredo Gente, rappresentante della comunità argentina. Entrambi gli amministratori hanno sottolineato la notevole attenzione dell’ente per le politiche di integrazione e di ricerca di una soddisfacente qualità della vita per gli immigrati e le loro famiglie. E’ proprio questa attenzione che ha portato la Consulta regionale per l’immigrazione ad indicare questo territorio per ospitare, a settembre prossimo, la conferenza regionale sull’immigrazione. E se questo atto della Provincia è finito sulla prima pagina del giornale di Bossi «La Padania», che ha accusato Maroni e la Rossini di fare degli immigrati un serbatoio di voti, alle parti in causa non è importato gran che. Maroni pacato ha risposto: «Per me è stato un onore essere attaccato su questo fronte, perché non sono prove generali per le prossime amministrative, ma il punto di approdo di un lavoro che parte da lontano e che ha trovato unito tutto il Consiglio provinciale». E neppure gli immigrati si sono sentiti scalfiti, né preoccupati del fatto che possano essere considerati riserva di voti.«Noi siamo vicini al centrosinistra – ha commentato Khattab – quindi non ci interessano le considerazioni della “Padania". Sappiamo che questo nostro rappresentante in Consiglio provinciale è un passo avanti. Noi siamo immigrati, ma siamo una realtà che contribuisce allo sviluppo di questo territorio, siamo forza lavoro, paghiamo le tasse, possiamo e vogliamo contribuire alla vita pubblica».

articolo visualizzato 635 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 22-01-2003

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...