GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Polemiche senza fine
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Polemiche senza fine


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

AMANDOLA – «Il reparto di ostetricia-ginecologia? Il taglio era inevitabile: si era venuta a creare insicurezza». La frase, pronunciata da Cesare Milani, sindaco di Montefalcone, coordinatore dei Ds dei Sibillini e funzionario della Asl 13, ha destato stupore in seno al comitato cittadino che si batte per i servizi sanitari locali. «Le nostre donne — replica il presidente Enrico Gasparri — hanno partorito per anni nel nosocomio amandolese e nessuno ha mai detto del rischio che si correva nel nascere in un’ospedale privo di sala rianimazione. Ci sono tanti altri ospedali che non hanno la sala rianimazione e si può continuare a nascere (vedi Novafeltria): qui non si ha insicurezza?». Gasparri torna poi a commentare il recente convegno organizzato dai Ds sulla sanità: «Come mai Milani ha detto che se il sindaco di Amandola, Franco Rossi, avesse usato la politica anziché la carta da bollo, il reparto poteva rimanere aperto? In questo caso dove andava a finire l’insicurezza? Altrettanto deprecabile è l’affermazione sulla richiesta dell’eliminazione di ostetricia in cambio di altri servizi. Quello della conferenza dei sindaci della Comunità Montana è uno comportamento assai strano: in un giornale regionale (Marche News), a proposito di sanità, sono stati riportati i commenti dei sindaci dei Comuni della Vallesina, del Maceratese, del Pesarese che hanno chiesto il mantenimento del punto nascita, e per la nostra zona a protestare c’era solo il comitato cittadino. Altra cosa strana, è che la minoranza consiliare di Amandola di sinistra, ha per due volte portato in Consiglio una proposta per il mantenimento del reparto di ostetricia.Un coordinatore dovrebbe avere più dialogo con i rappresentanti locali». Ancora contro Milani: «Dà per scontata la chiusura del reparto di ostetricia, quando il comitato cittadino, oltre a raccogliere sedicimila firme, ha ottenuto l’approvazione di un documento che è stato votato all’unanimità da sei Comuni dei Sibillini e da altri 14 Comuni, compresi Ascoli e Fermo. Gli altri cinque sindaci della Comunità Montana che non si erano espressi (compreso Milani), lo scorso febbraio hanno presentato alcune proposte di emendamenti al Piano sanitario per il mantenimento del punto nascita, chiedendo al sindaco di Ascoli dieci posti letto per riaprire il reparto». Fabio Paci

articolo visualizzato 658 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 17-08-2003

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...