GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » «Per le vere urgenze c’è solo Ancona»
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

«Per le vere urgenze c’è solo Ancona»


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Parla Antonio Carlucci, dirigente del reparto infantile dell’ospedale Mazzonidi ROBERTA LAZZARINIASCOLI – Il caso di Salvatore ripropone un interrogativo vecchio. Perché in momenti così drammatici in cui una vita è appesa a un filo bisogna perdere minuti preziosi per trovare un ospedale attrezzato per la rianimazione pediatrica? «Nelle Marche – spiega Antonio Carlucci, dirigente del dipartimento materno infantile dell’ospedale Mazzoni – l’unico presidio è il Salesi di Ancona. La rianimazione pediatrica è una struttura complessa a sé stante, che ha bisogno di un suo organico fatto di medici e infermieri, ha bisogno di attrezzature e di posti letto. Nel Piano Sanitario Regionale l’assistenza di tipo intensivo pediatrico è concepito in un unico centro, che è per l’appunto il Salesi. E’ chiaro che non essendo previsto nel Piano, non si può ipotizzare un’iniziativa periferica che risulterebbe in contrasto. Questo non significa che noi come ospedale non siamo in grado di fornire prestazioni di emergenza, certo ognuno vorrebbe avere il meglio sotto casa, ma non sempre questo è possibile. Interventi di prima rianimazione di bambini se ne hanno meno di una decina di casi all’anno e li abbiano sempre trattati insieme al servizio di rianimazione che esiste per gli adulti, poi c’è il trasferimento al Salesi. Anche per un forte prematuro si preferisce trasportarlo in utero al Salesi». «Non possiamo fare la rianimazione di lunga durata – aggiunge Paolo Fermani, dirigente del dipartimento apposito – in quanto ci vogliono anestesisti prevalentemente esperti in rianimazione pediatrica, poi ci vuole assistenza per la respirazione meccanica, nutrizione e altri trattamenti specifici per quella fascia d’età che nel nostro dipartimento non possiamo garantire». «Qualche giorno fa – dice ancora Carlucci a titolo di esempio – è stato portato in reparto un bambino con un problema chirurgico acuto, e non essendoci qui chirurgia pediatrica è stato necessario trasferirlo in un altro ospedale assistito dai nostri operatori di pediatria e di rianimazione, c’è una collaborazione ottima. Con questo volevo dire che l’emergenza è sempre assicurata. Quando un bambino viene trasferito, con lui va sempre un pediatra e se la situazione è molto grave va anche un rianimatore». Questo in parte tranquillizza, ma certo è difficile, per noi comuni mortali, accettare il ragionamento in termini di statistiche, i pochi casi all’anno non possono giustificare l’apertura di un reparto del genere nel nostro ospedale anche se è un polo di riferimento nella provincia. E non è solo Rianimazione che manca, come abbiamo visto, ma anche chirurgia pediatrica, o neurochirurgia pediatrica ed altro. «Questo succede anche nelle altre province – prosegue il pediatra – assodato che il terzo livello di assistenza è solo ad Ancona, noi assicuriamo il secondo livello. Per esempio il neonato che ha bisogno di terapia intensiva con problemi respiratori di lieve entità o l’immaturo non di grado elevato e cioè non sotto le 32 settimane può essere ricoverato negli ospedali di tipo provinciale, quindi ad Ascoli, Macerata, Pesaro ed anche a Fermo e San Benedetto, per quanto riguarda la provincia picena. Il primo livello di assistenza, per i bambini nati sani, in sostanza, o con patologie lievi è garantito anche nei piccoli ospedali. Per dare un’assistenza migliore nel nostro ospedale ai piccoli utenti abbiamo istituito una guardia pediatrica estesa a 12 ore diurne e questo è stato un grosso passo in avanti che è stato possibile prendendo in prestito pediatri in servizio presso l’ospedale di Amandola. Per il prossimo anno speriamo di arrivare alla guardia pediatrica per le 24 ore». Questo significherà avere un servizio in più che prima avevano solo Macerata e Fano. Da poco si è aggiunta Pesaro e per ultimi, in quanto profondo sud delle Marche, arriviamo noi.

articolo visualizzato 813 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 07-12-2000

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...