GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Pedalando nel parco in bicicletta
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Pedalando nel parco in bicicletta


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

I bikers sui Sibillini Pedalando nel parco in bicicletta Mountain bike passione sempre più diffusa nel tempo libero. L’utilizzo di questo tipo di bici infatti permette d’inoltrarsi alla scoperta della natura anche attraverso itinerari non particolarmente comodi ma affascinanti. Ed il Parco Nazionale dei Monti Sibillini è senza dubbio ricco di aspetti naturalistici, paesaggi, bellezze artistiche. Ora tutti i bikers che vogliono esplorare queste straordinarie risorse possono orientarsi con la guida “Pedalando nel Parco”. Illustrati quattordici itinerari ad anello, ognuno dei quali può essere coperto in un giorno mentre per il Grande Anello ne occorrono 4 o 5. I percorsi si snodano lungo le strade ed i sentieri in origine costruiti per le treggie dei contadini, i muli dei boscaioli, gli scarponi dei pastori e i sandali dei pellegrini. Un programma che permette al turista in bike di scoprire gli aspetti più affascinanti degli ambienti naturali del Parco, a cavallo delle due regioni Marche ed Umbria. I 14 anelli riguardano la Valle del Chienti, quella del Fiastrone, San Liberato, Monte Rotondo, le Valli del Lera, del Tenna, dell’Aso, del Fluvione, del Tronto, i Piani di Castelluccio, quello di Santa Scolastica, la Val Castoriana, il Monte Cardosa e la Valle dell’Ussita. Il percorso del “Grande Anello” invece inizia dal centro medievale di Visso e prosegue in senso orario facendo tappa in altri 4 Comuni: Fiastra, Amandola, Montegallo e Norcia. In questo modo si possono conoscere molti degli ambienti più suggestivi del territorio, attraverso itinerari originali e non inseriti tra quelli “classici” dei Monti Sibillini. I tempi previsti nella guida, più lunghi rispetto a quelli necessari, invitano a lasciarsi catturare dalle attrattive naturali. La sfida non è sportiva, bensì di scoprire angoli incantevoli e tesori nascosti ogni volta con rinnovato stupore.R.R.

articolo visualizzato 668 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 30-03-2004

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...