GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Pd, tutto secondo copione. A Fermo la De Santis
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Pd, tutto secondo copione. A Fermo la De Santis


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Non si placano le polemiche: a Macerata il gruppo Ambiente promette battaglia per il futuro Ad Ascoli il neo leader lancia messaggi chiari alsottosegretario Pietro Colonnella Eletti i coordinatori provinciali: sono Ricci, Cavallaro, Lodolini e Gionni. E un’unica donna ANCONA – Il batticuore fino all’ultimo secondo c’é stato solo a Fermo. Nelle restanti province tutto si é svolto secondo un copione già  scritto alla vigilia. Anche se le minoranze hanno dato ovunque battaglia.Tre ex segretari provinciali dei Ds sono, da ieri, i nuovi coordinatori del Pd: si tratta di Matteo Ricci a Pesaro (che correva da solo), Mauro Gionni ad Ascoli ed Emanuele Lodolini ad Ancona. Di fede diessina anche la neo leader fermana: Cinzia De Santis, vice sindaco di Amandola, unica donna che ha battuto al fotofinish l’altro candidato in corsa, Luca D’Aprile, ex segretario dei Re. E’ finita 11 a 9.A Macerata l’ha invece spuntata Mario Cavallaro, ex senatore e attuale direttore del gruppo dell’Ulivo a Palazzo Madama.Il Pd delle Marche ha da oggi (ieri per chi legge, ndr.) i suoi cinque coordinatori provinciali, e da domani – ha commentato la segretaria regionale Sara Giannini – comincia la vera costruzione del partito sul territorio. Alla fine é prevalsa in tutte e cinque le province la linea della maggioranza, che consente alla Giannini di salutare gli sconfitti plaudendo al confronto ampio e partecipato che ha animato le assemblee. Dal quale emerge, ha sottolineato, una dirigenza selezionata con convinzione dai delegati.A Pesaro Matteo Ricci non aveva granchà© da temere essendo l’unico candidato. Ma non sono mancati qua e là  mal di pancia, che si sono manifestati con la presenza di nove schede bianche e sette nulle. Carla Cecchetelli (ex Margherita) é stata eletta tesoriere.Puà sorridere anche Emanuele Lodolini ad Ancona che ha staccato la competitor Rosa Meloni candidata dalla Sinistra e dall’area Bindi di 30 voti. Ho presentato un documento politico programmatico – ha sottolineato Lodolini – e sono felice di aver trovato un così ampio consenso intorno alla mia candidatura. La Meloni non aveva manifesti.Lodolini ha davanti vita non facilissima, considerato che guida una provincia in cui é molto forte la componente prodiana e dove anche la Sinistra ha il suo buon peso. Mi rendo conto e ne sento addosso tutta la responsabilitࠝ, ha affermato il neo coordinatore. Tesoriere é stato eletto Andrea Bomprezzi, ex Ds, assessore di Arcevia.Non sono mancate le polemiche a Macerata dove l’area che fa capo a Gentilucci e Comi aveva provato a contrapporre a Cavallaro la candidatura di Maria Principi. E’ finita che ha vinto chi doveva vincere, con la conferma che i rapporti di forza, per ora, sono dalla parte dei Democratici. Tesoriere Stefano Capponi.Ad Ascoli ha trionfato Gionni con 20 voti contro i 13 di Ada Diotaiuti, espressione della lista Letta. L’aveva voluta Sandro Donati per sparigliare un po’ le carte. L’ha votata pure Colonnella. Ma il golpe non é riuscito. Sono stato eletto il coordinatore senza inciuci e con l’appoggio di tutti i giovani – ha detto Gionni – l’altra candidata non é andata oltre i voti dei proponenti, anzi alla fine le é mancato pure qualcosa. Chiuse le urne ma non le polemiche. Ad Ascoli – ha spiegato senza mezzi termini Gionni – ci sono sempre maggioranze chiare e minoranze altrettanto chiare. E’ così da anni, in ogni congresso: é evidente chi vince e chi perde. Chi vince fa il segretario del partito, chi perde il sottosegretario. Tradotto: bordata a Colonnella. Tesoriere l’ex Ds Domenico D’Angeli.L’elezione thrilling é stata quella di Fermo. Due cordate trasversali, composte da lettiani, bindiani e veltroniani. Alla fine la De Santis l’ha spuntata per 2 voti. Mancava all’appello l’attore Marcoré. Ma il suo voto (che sarebbe andato alla De Santis) non é servito. Tesoriere Alberto Conti.LOLITA FALCONI, corriere adriatico

articolo visualizzato 902 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 25-11-2007

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...