GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Ospedale, un vertice
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Ospedale, un vertice


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

AMANDOLA — Le istituzioni insieme per salvare l'ospedale: in Regione s'è svolto il summit tra i rappresentanti di Amandola e Novafeltria (sindaci e Comitati insieme) e il presidente della V Commissione regionale sulla sanità, Andrea Ricci. Il sindaco di Amandola Rossi ha evidenziato il calo dell'offerta dei servizi, con la soppressione di ostetricia-ginecologia applicata solo nei Sibillini. Il sindaco di Novafeltria Berardi ha detto che i poli ospedalieri di Amandola e Novafeltria devono soddisfare le esigenze di un ospedale di rete, in quanto la distanza dal capoluogo non permette la fruizione dei servizi sanitari di Ascoli e Pesaro. Poi la parola è passata ai presidenti dei comitati: Triani (Novafeltria) ha ribadito il concetto di autonomia gestionale e finanziaria delle due realtà montane; Gasparri (Amandola) ha chiesto la modifica della delibera regionale n.1621 del 2002, in modo da avere Drg (rimborsi di ricovero) uguali per tutti gli ospedali. Anche il presidente della Comunità Montana, Ciaffaroni, ha ribadito che non è accettabile l'azzeramento completo del servizio di ostetricia-ginecologia. Poi ha preso la parola Ricci: ha chiarito che nel Piano sanitario regionale (da lunedì di nuovo in aula) è previsto il superamento del punto nascita, ma per le due reltà montane sono previste possibilità di mantenere i servizi. f.p.

articolo visualizzato 709 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 17-05-2003
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Ospedale, un vertice


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

AMANDOLA — In vista dell'approvazione del Piano sanitario regionale, si cercano le sinergie per apportare le modifiche che garantiscano agli ospedali dell'entroterra funzioni ottimali. Il vice presidente della Provincia Giulio Saccuti ha organizzato una tavola rotonda, svoltasi nella sede della Giunta regionale, alla quale hanno partecipato l'assessore regionale Ugo Ascoli, il presidente del Comitato Enrico Gasparri, i consiglieri comunali Francesco Leccesi (Ascoli Piceno) e Giuseppe Cupelli (Amandola). Si è parlato della proposta dei 13 ospedali di rete con due aziende ospedaliere, salvaguardando però le funzioni delle strutture di polo (come quella di Amandola), per le quali viene chiesto il mantenimento dell'unità operativa come reparti. Saccuti ha chiesto un segnale forte della Giunta regionale che garantisca l'ospedale di Amandola nel tempo, evitando i continui stillicidi. Gasparri ha ribadito la forte preoccupazione che si è venuta a creare con la chiusura di ostetricia-ginecologia: «In nessun altro nosocomio delle Marche è stato tagliato il servizio: perché proprio Amandola?». f.p.

articolo visualizzato 0 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 21-03-2003

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...