GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Ospedale, inizio della fine.
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Ospedale, inizio della fine.


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Ospedale, l'inizio della fine . AMANDOLA – Tagli in arrivo negli ospedali marchigiani. Per evitare l'ennesima rasoiata ai danni dell'entroterra montano, gli amministratori comunali di Amandola hanno inviato una lettera al direttore della Asl 13, Maresca, e ai politici provinciali e regionali. «Chiediamo un incontro ufficiale – dice il sindaco Franco Rossi – dove vengano, con assunzione di responsabilità, chiarite le posizioni e i programmi, che non potranno e non dovranno essere diversi da quelli precedentemente garantiti». Il nosocomio di Amandola rischia di perdere 20 posti letto e la possibilità di avere 24 ore su 24 l'anestesista (sarebbe l'inizio della fine). «Questo territorio, quanto a sacrifici, ha già pagato un pesante contributo – dicono gli amministratori amandolesi –. Da sempre attenti alle sorti dell'ospedale e della sanità sul territorio montano, riteniamo che, per una lunghissima serie di motivi, non possa essere effettuato nessun altro taglio, anche minimo, ai danni delle importanti ma indifese strutture della zona. E', anzi, necessaria una politica di potenziamento». La sanità dell'entroterra opera in condizioni già precarie. Per tutta una serie di motivi: la popolazione sparsa (dai 10 ai 40 abitanti per kmq); i problemi della viabilità, delle condizioni metereologiche, della depressione economica, dei collegamenti con le strutture burocratico-amministrative dei grossi centri; i maggiori oneri della formazione della educazione sanitaria; la incidenza della popolazione anziana. «L'intera area montana riassume le più sfavorevoli condizioni orografiche di tutte le Marche – viene specificato nella lettera a Maresca –. La legge 97/94 all'articolo 14 recita: “Il Cipe e le Regioni emanano direttive di indirizzo tendenti a sollecitare e vincolare la pubblica amministrazione a decentrare nei Comuni montani attività e servizi quali laboratori, ospedali specializzati». Ricordiamo, inoltre, gli ottimi risultati raggiunti già in passato dalla ex Usl n. 23 e dall'ospedale di Amandola nei momenti in cui potevano avvalersi dei mezzi e del personale adeguato, e della entità di mobilità attiva che esso può tuttora vantare. Auspichiamo che una politica illuminata sappia cogliere l'opportunità da una parte per un forte segnale verso il riequilibrio territoriale, dall'altra per sviluppare un progetto a medio e lungo termine di attuazione delle potenzialità ambientali, socio-culturali, economiche salutari offerte da quest'unicum naturalistico e antropologico». Fabio Paci.

articolo visualizzato 642 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 12-01-2002

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...