GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Ogm, multinazionale nel mirino
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Ogm, multinazionale nel mirino


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Avrebbe fornito i semi all’azienda di Amandola. Gli atti trasmessi alle procure Il Comando provinciale del Corpo forestale ha inoltrato alle procure di Ascoli e Fermo i risultati delle indagini legate al ritrovamento e al successivo sequestro di granelle di mais geneticamente modificato. Nel caso specifico si tratta degli ultimi due sequestri effettuati in altrettante aziende agricole, una di Amandola e l’altra di Porto d’Ascoli, all’interno delle quali gli agenti della Forestale hanno trovato dieci quintali di granelle. Le successive analisi effettuate presso l’istituto zooprofilattico di Fermo hanno poi confermato i sospetti iniziali, e cioè che si trattava di mais transgenico.Le indagini hanno anche confermato che i due agricoltori erano all’oscuro di tutto e che entrambi avevano acquistato i semi da una multinazionale, la stessa, pare, che aveva già fornito semi transgenici ad altre aziende del Fermano e dell’Ascolano.Appare chiaro quindi che l’inchiesta giudiziaria punti alla multinazionale che avrebbe immesso sul mercato semi transgenici nonostante i divieti di legge e all’insaputa degli stessi agricoltori che ignari di aver acquistato mais transgenico lo hanno dato come cibo agli animali.Il ritrovamento delle granelle transgeniche ha prodotto su tutto il Piceno forti contraccolpi. Per prima sul piano delle possibili conseguenze circa la filiera alimentare, dato che con le granelle ogm per alcuni mesi sono stati alimentati gli animali. Ciò ha causato allarme in tutti i comparti agricoli al punto da indurre il Consiglio provinciale ad approvare un documento che oltre a ribadire il no agli ogm su tutto il territorio crea anche le premesse per una serie di interventi preventivi da avviare subito in vista della stagione agricola del 2004.In sostanza, almeno da quanto è emerso in quest mesi, è probabile che sul mercato vi siano decine di agricoltori che ignari di tutto hanno seminato e quindi poi raccolto mais transgenico. I controlli almeno sul nostro territorio sono partiti in ritardo e ciò ha di fatto reso impossibile capire la reale entità del fenomeno e la sua estensione. E’ facile dunque immaginare che le cose andranno diversamente col nuovo anno e che controlli capillari saranno attuati dai prossimi mesi. Per ora l’attenzione resta sulla multinazionale che avrebbe agito all’insaputa di tutti. Sul suo operato la magistratura dovrà chiarire molte cose, mentre i consorzi agrari del territorio hanno annunciato a più riprese la ferma intenzione di costituirsi parte civile nel caso in cui dovessero emergere precise responsabilità su quanto si è verificato.LUCIANO SGAMBETTERRA

articolo visualizzato 791 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 09-01-2004

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...