GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Nuovi sistemi di irrigazione nella Valle del Tenna
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Nuovi sistemi di irrigazione nella Valle del Tenna


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Nuovi sistemi di irrigazione nella Valle del Tenna E arriva pure una pista ciclabileIl Consorzio di Bonifica Valle del Tenna ricorrerà a nuovi sistemi di irrigazione. Nel futuro spariranno i vecchi canali a terra sostituiti da canali in cemento e, soprattutto, da tubature che canalizzano le acque della diga di San Ruffino d’Amandola. Un modo per evitare consistenti perdite. Tra qualche tempo gli agricoltori potranno collegare direttamente le loro pompe a delle bocchette dislocate sui tremila ettari alla destra e alla sinistra del fiume Tenna. Verranno creati in punti considerati strategici anche enormi vasconi di raccolta. Ma non basta. Proprio in questi giorni è entrato in funzione, nella zona di Belmonte Piceno, un canale della lunghezza di un chilometro e mezzo: realizzato in cemento armato consente lo scorrimento veloce delle acque e una loro minima dispersione. Un sistema rinnovato di irrigazione senza troppe perdite e con una certa garanzia contro le infiltrazioni degli scarichi abusivi. Mentre sul Tenna si inizia a costruire, sull’Ete morto, nello spazio compreso tra Casette d’Ete sino alla foce del Chienti, si progetta lo stesso intervento con un costo previsto per diverse centinaia di migliaia di euro. Nel frattempo, il Consorzio di Bonifica ha provveduto, sempre nell’area di Casette d’Ete, alla pulizia di 5 km del piccolo corso d’acqua, consolidando gli argini e progettando insieme al Comune di M.Urano e Legambiente una pista ciclabile e pedonale. Si tratta di un’idea che gli amanti della natura hanno accettato di buon grado. Di piste ciclabili per l’entroterra si è sempre parlato. Sino ad oggi si è però visto ben poco. Come ad esempio sulla sponda del Tenna. L’ex consigliere provinciale Dino Ciuccarelli voleva realizzare un tracciato nei pressi del fiume, seguendo la linea – oggi solo immaginaria – della vecchia ferrovia Porto S. Giorgio – Amandola. Furono fatti studi e abbozzati progetti. Sono passati dieci anni circa, invano. I nuovi lavori del Consorzio, potrebbero riaprire possibilità concrete anche in tal senso.A.Leo.

articolo visualizzato 1.012 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 07-04-2002

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...