GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » No alle dimissioni. Prima completiamo l’opera
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

No alle dimissioni. Prima completiamo l’opera


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Solo dai forzisti una timida aperturaIntanto non parteciperemo più alle commissioniMarconi (Ds): Andare a votare adesso sarebbe un guaio I consiglieri provinciali del Fermano respingono al mittente la provocazione dell’onorevole Ceroni No alle dimissioni. Prima completiamo l’opera FERMO – La proposta dell’onorevole di Forza Italia Remigio Ceroni raccoglie un mare di no, grazie e solo qualche timidissima apertura da parte degli alleati della Cdl. L’invito rivolto ai consiglieri provinciali provenienti dal Fermano di dimettersi in massa fin da subito per chiudere anticipatamente la legislatura Rossi e andare al voto nella primavera del 2007 con le due Province già  divise, non fa breccia. No, grazie, gli rispondono i più. O addirittura un più tranchant: Non se ne parla proprio. Tuttavia i consiglieri fermani di Forza Italia annunciano di voler abbandonare tutti i tavoli in cui si sta discutendo di Provincia. Parteciperemo solo a commissioni e Consigli istituzionali perchà© da parte del centrosinistra non c’é collaborazione, in barba al tanto decantato spirito bipartisan. Di dimissioni anticipate, a Palazzo San Filippo e dintorni, si parla in realtà  da diverso tempo. Sono soprattutto – a dire il vero – i partiti della Casa delle LIbertà  a spingere su questo tema. Perchà©? Perchà© vorrebbero mandare a casa Rossi, sperando che il voto possa consegnare le due nuove province al centrodestra. Il centrosinistra, seppure all’indomani dell’istituzione della Provincia di Fermo, aveva dato una disponibilità  di massima a discutere del tema dal 2006 in poi, ad oggi non sembra proprio intenzionato neppure a prenderlo in considerazione.Non capisco perchà© Ceroni si debba preoccupare della Provincia – dice stizzito il presidente del Consiglio provinciale, Giulio Saccuti (Udeur) di Amandola -. Non vedo quale possa essere il problema adesso, tale da spingere tutti noi consiglieri eletti nel 2004 a lasciare il Consiglio. I problemi sono stati superati e Ceroni dovrebbe pensare a fare il parlamentare più che impicciarsi di altre questioni. Se Saccuti non ci va leggero, non é da meno il commento dell’ex sindaco di Monte Urano oggi consigliere provinciale dei Ds e presidente del Cosif Umberto Marconi. Se ci dimettessimo ora sarebbe un guaio – dice Marconi -. Non abbiamo ancora nulla di concreto. Mancano le sedi, gli uffici, la divisione del patrimonio e del personale con Ascoli é ancora work in progress. L’ex sindaco si infervora. Attenzione perchà© noi con la Provincia di Fermo ci giochiamo la credibilità  politica, bisogna fare le cose seriamente e queste sparate sono solo demagogiche, fughe in avanti che non servono proprio a nulla. Stupiti delle esternazioni di Ceroni anche i suoi stessi consiglieri provinciali. Quei Belleggia, Mochi, Marinangeli (Marco) e Albunia le cui teste l’onorevole di Forza Italia e coordinatore regionale del partito ha già  messo sul piatto, pronte ad essere immolate per la causa provinciale. Dico che quanto meno poteva avvertirci, che so, darci un colpo di telefono – commenta Bruno Belleggia, Montegiorgio -. Non che la questione non sia mai stata discussa ma non ci aspettavamo questa accelerazione. Comunque Forza Italia, in effetti é pronta a fare tutto quanto necessario per favorire la nascita della Provincia. Abbiamo collaborato con i consiglieri provinciali fermani del centrosinistra, cercato di rapportarci in continuazione, specie quando si trattava di assumere iniziative per la nostra Provincia. Abbiamo notato – spiega Belleggia – un atteggiamento di totale chiusura tanto é vero che Forza Italia non parteciperà  più alle commissioni, se non a quelle istituzionali. In soldoni, Forza Italia ritira i suoi rappresentanti dai tavoli tecnici e politici che si stanno occupando di divisione delle Province. Quelle commissioni sono solo consultive, l’esecutivo cosa ha fatto? E poi – afferma Belleggia – noi non siamo d’accordo con quanto sta facendo il commissario che usa i soldi pubblici per ristrutturare palazzi privati su cui andranno a collocarsi gli uffici della Provincia, che dovrà  per di più pagare l’affitto. Albunia afferma, dal canto suo, che é importante aprire una riflessione silla proposta di Ceroni. Noi siamo pronti a sacrificarci se questo serve a raggiungere l’obiettivo della Provincia il prima possibileLOLITA FALCONIcorriere adriatico 

articolo visualizzato 664 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 05-11-2006

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...