GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Nella Sibilla c’è l’anima del Parco.
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Nella Sibilla c’è l’anima del Parco.


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

«Nella Sibilla c'è l'anima del Parco» MONTEMONACO — L'avvio del ciclo teatrale delle Sibille, ideato e magistralmente diretto dal noto Pepimorgia, ha già avuto due meriti di cui non tarderanno i frutti: avere usato una cassa di risonanza europea per una manifestazione che ha contenuti di livello internazionale e avere stimolato i Residenti a riappropriarsi del ricco patrimonio culturale indigeno. E' stato il proficuo sbocco di una idea di teatro già tradotta in anni di grande coinvolgimento; uno sviluppo che di quella ultradecennale iniziativa ha sancito la bontà, scongiurandone l'involuzione. Parlo da Cittadino, da Amministratore e da appassionato delle terre della Sibilla. Il seme è buono e va coltivato; continuando con un dibattito che, superati i momenti di polemica (forse anche essi giovevoli!!), focalizzi temi funzionali allo sviluppo integrato del territorio. Partiamo da qualche concetto di fondo. Il Parco dei Sibillini, pur possedendo interessanti connotazioni ambientali, si distingue fortemente per l'alta valenza antropologica; e l'attrattiva che queste terre hanno storicamente esercitato a livello europeo, con l'insita esaltazione dell'archetipo matristico femmineo, dona a esso una grande carica di simbolismo e di comunicativa. Esistono prove a bizzeffe dell'attenzione di cui il territorio ha goduto presso i circoli culturali della intera Europa medioevale, fino a rappresentare il motivo ispiratore della letteratura cavalleresca continentale (modellata sui personaggi di Guerrin Meschino, del Tannhauser, di Antoine De La Sale), il riferimento geografico geodetico dei Pellegrini colti nel viaggio verso Roma, lo scrigno del Graal degli Ordini iniziatico—esoterici. Attenzione che non è scemata neppure in epoca moderna (sono citabili parecchi Autori), nè in quella contemporanea. La spiegazione di tanto interesse è forse racchiusa in questo nome — Sibillini — con la sua carica di ambiguità, magia e allegoria, sintesi del passaggio epocale da un radicato e connaturato paganesimo alla rivoluzionaria cristianità. Ma indirizzi letterari e archeologici ci portano addirittura in epoche remote. Le tracce dell'incontro di avanzate civiltà pre—romane si riscontrano intensamente diffuse fin sulle vette più alte e tutti gli indizi portano a concludere che le terre della Sibilla Appenninica sono state un crocevia di idee, scienze e culture in ogni epoca. La montagna della Sibilla (con la sua caverna, il suo lago, la sua forma, la sua collocazione a spartiacque in centro Italia) fa supporre che sia stata considerata, nella antichità piceno/sabino/romana, un «omphal». In tale contesto si inquadra il «matriarcato» della Sibilla (sul quale basterebbero gli scritti di Joice Lussu) che esalta il ruolo della Donna nel passaggio cruciale dalla preistoria alla storia della civiltà occidentale, col peso della sua saggezza chiaroveggente, autorevole e pacifista, inscindibile da quelle Comunanze Agrarie che nella Sibilla avevano la casta sacerdotale depositaria, modellata sull'alter ego profano della «vergara». Se è un po' presto perchè chi rappresenta l'Europa e chi rappresenta la rivoluzione culturale al femminile, possa adottare a mascotte il Parco dei Sibillini, dobbiamo intanto studiare formule e progetti che valorizzino questi aspetti. Non ci sarebbe niente di scandaloso se il Parco Nazionale dei Monti Sibillini divenisse un giorno modello di studio di un Laboratorio europeo di approfondimento dei processi storici, culturali e antropologici che sono alle radici della civiltà occidentale. Non bisogna però dimenticare la problematica che si innesca per essere il Parco dei Sibillini sottoposto alla normativa della Legge quadro dei Parchi Nazionali naturali, per cui le valenze storiche e culturali vengono messe in secondo piano rispetto a quelle strettamente naturalistiche. Esempi eloquenti sono il mancato permesso al ripristino di sentieri storici per vincoli forestali; l'abolizione della caccia ai colombacci, residuata da riti pagani di tremila anni fa; i problemi creati alle arcaiche Comunanze Agrarie; il piano del parco affidato a professionisti non residenti. Il riconoscimento ufficiale delle caratteristiche antropologiche va dunque posto tra i primi traguardi. Intanto si rende opportuno condurre ricerche letterarie, archeologiche, geologiche, speleologiche, storiche, epigrafiche, glottologiche; disporre di un Centro/Museo/Biblioteca della Sibilla e dell'universo che essa rappresenta; attivare una Associazione tra pubblico e privati accreditata allo studio della civiltà piceno/umbro/sabina dei Sibillini; svolgere una azione promozionale facendo leva su questi aspetti. Nel Parco antropologico e leggendario della Sibilla donna d'Europa, di una cosa siamo certi: chi ha la pretesa e l'onore di rappresentare il Parco di esso deve conoscere l'intima essenza, l'anima; perchè solo la consapevole convinzione spingerà verso le iniziative più coraggiose e più adatte ad agevolarne la vocazione. Lando Siliquini Consigliere Provinciale INIZIO PAGINA

articolo visualizzato 657 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 20-09-2000

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...