GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Maresca supera l’esame dei sindaci
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Maresca supera l’esame dei sindaci


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

L’attuale commissario della Asl sarà nominato direttore di zona dalla Regione. Assemblea con Aprile Maresca supera l’esame dei sindaci Ma Celani non vota: «In sei anni ha ridotto il Mazzoni a poliambulatorio» di FURIO TARQUINIO La conferenza dei sindaci dice sì a Mario Maresca come direttore della zona 13 Asur. Con 13 voti favorevoli su 19 sindaci presenti, il commissario uscente dell’ex Asl 13 è risultato il prescelto della terna, proposta dal neo direttore dell’Asur, Antonio Aprile, che comprendeva anche Claudio Buriani e Massimo Del Moro. La conferenza dei sindaci, riunitasi ieri pomeriggio a Palazzo del Capitani, presente anche Aprile, nel suo complesso ha espresso perplessità per doversi esprimere su professionisti sui quali, a parte Maresca, si sapeva poco o nulla. Al momento del voto, però, è emerso un fronte compatto a favore di Maresca, riconducibile ai comuni di centrosinistra. «Diamo un giudizio positivo al suo operato commenta il sindaco di Castel di Lama, Domenico Re perchè è l’unico che può garantire un effettivo equlibrio tra nord e sud della regione». Favorevoli alla conferma di Maresca tredici sindaci, tra i quali quello di Offida, Lucio D’Angelo, che alla fine della seduta ha sintetizzato la proposta della conferenza per puntare sull’ingegnere da sei anni alla guida della sanità ascolana. La riunione dei sindaci, però, non è stata priva di scontri polemici, in primis il duro intervento del sindaco di Ascoli, Piero Celani, che ha deciso di non partecipare al voto (insieme a Folignano, mentre Amandola, Maltignano, Colli e Smerillo si sono astenuti). «Da sempre contestiamo la legge sul riordino della sanità inizia il sindaco nel suo discorso che svilisce i territori. La nostra conferenza doveva contare di più, è invece mortificata da una scelta obbligata, visto che di due professionisti non sappiamo nulla. Ma di Maresca conosciamo bene i danni che ha procurato». E qui il primo cittadino ascolano punta l’indice. «In sei anni ha peggiorato la sanità ascolana in modo indescrivibile incalza riducendo il Mazzoni a un mero poliambulatorio. Senza alcuna eccellenza. E che dire della classe medica ascolana? Mortificata. Inoltre, non sappiano neppure cosa andrà a fare il nuovo direttore di zona, se sarà un semplice esecutore delle decisioni di Ancona o potrà programmare qualche cosa in autonomia». Immediata la reazione dei pro Maresca, da D’Angelo («il sindaco di Ascoli dica più chiaramente quali medici sono stati secondo lui discriminati») a Domenico Ciaffaroni, sindaco di Montefortino, che rimprovera a Celani di aver riunito molto raramente la conferenza dei sindaci. Adesso toccherà alla Giunta Regionale, nella seduta del 30, a ratificare le nomine dei neo-direttori di zona.

articolo visualizzato 992 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 23-12-2003

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...