GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Maresca delude i rappresentanti di Amandola
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Maresca delude i rappresentanti di Amandola


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

«Il punto nascite resterà chiuso» Maresca delude i rappresentanti di Amandola, mentre Agostini mediadi MANUELA TRAINIAMANDOLA – Atteso faccia a faccia, ieri, tra i rappresentanti del comitato cittadino per la difesa dell’ospedale dei Sibillini e il direttore generale della Asl 13, Mario Maresca sulle emergenze ginecologiche-ostetriche dopo la chiusura del “punto nascite" di Amandola. Prresenti anche alcuni sindaci dell’entroterra, il presidente della Comunità montana dei Sibillini Ciaffaroni, il vice presidente della Provincia Saccuti, l’assessore regionale Agostini. La prima richiesta dal Comitato resta sempre la stessa: riapertura del punto nascite per mettere Amandola nelle stesse condizioni di Novafeltria. I dirigenti della Asl 13 su questo punto sono stati molto chiari, ribadendo che non è possibile prendere in considerazione la riapertura del reparto di ostetricia e ginecologia in quanto il personale che prima era ad Amandola ora è stato impiegato nella struttura ascolana che conta 10 unità. Gasparri, esponente del comitato cittadino, ha puntualizzato un altro aspetto della delibera ragionale con la quale si è soppresso il reparto, ovvero la previsione di “un sistema di gestione delle eventuali emergenze/urgenze ginecologiche-ostetriche adeguato a far fronte alla avvenuta chiusura del punto nascita". Lo stesso Gasparri si dice insoddisfatto delle misure adottate recentemente. Maresca ha sottolineato che il “sistema delle urgenze è da riverificare e si opererà per mettere la partoriente nelle migliori condizioni di sicurezza". Per far tornare le nascite ad Amandola il comitato cittadino ha inoltre proposto di mettere a rotazione i medici di Ascoli con quelli di Amandola, ma la Direzione sanitaria ha risposto di non poter andare incontro a questa richiesta in quanto Ascoli ha necessità di tutto il personale per garantire una turnazione completa. A fine incontro il direttore Maresca si è dichiarato “disponibile a verificare nelle stanze della Regione l’esistenza di un percorso più soddisfacente per la tranquillità delle gestanti dell’entroterra". In tal senso l’assessore Agostini ha preso di persona l’impegno di formulare proposte che siano accettabili da entrambe le parti. Il Comitato si è dichiarato solo parzialmente soddisfatto.

articolo visualizzato 657 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 08-11-2002

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...