GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Malavolta e Marini Marini, il nuovo corso
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Malavolta e Marini Marini, il nuovo corso


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Malavolta e Marini Marini, il nuovo corso L’imprenditore sambenedettese succede a Spalvieri alla presidenza della Spa di FRANCO DE MARCO Smash vincente per Domenico Malavolta. L’imprenditore di San Benedetto, da sempre molto stimato, tra l’altro presidente del Circolo Tennis “Maggioni” e buona racchetta, ieri mattina è stato nominato dall’assemblea dei soci nuovo presidente del Consiglio di amministrazione della Carisap Spa. Succede a Franco Spalvieri storico “padre” della banca. Per lui una eredità non facile anche perché giunge in un momento delicato per la Carisap oggetto di uno studio di fattibilità per la cessione di azioni da Banca Intesa a Unibanca. L’operazione potrebbe andare in porto da un momento all’altro. Con Malavolta, 52 anni, presidente, amministratore e socio della Malavolta Spa, azienda siderurgica, dovrebbe iniziare una gestione più manageriale e dinamica. Molto significativa anche l’entrata nel Cda di un imprenditore affermato come Eraldo Di Stefano, uno dei titolari del Maglificio “Gran Sasso”, e di un altro…giocatore di tennis come il commercialista Giacomo Galli. Aumenta insomma il peso degli operatori economici. Il Cda è stato rinnovato per i 4/9, quasi la metà. Le new entry sono Malavolta, Galli, Di Stefano e l’ex direttore generale della Cassa di Risparmio di Viterbo Remo Trappolini. Confermati invece il presidente della Camera di Commercio Enio Gibellieri, l’imprenditore Tonino Gentili, l’altro imprenditore Amleto Chiaramarini e i “milanesi” Carlo Vimercati e Luca Galli. Che Domenico Malavolta avesse un futuro nella Carisap era destino: l’imprenditore sambenedettese ha infatti sposato la figlia di Filippo Ascolani, ascolano purosangue, ex presidente dell’istituto di credito. C’è anche da dire che Malavolta si trova in perfetta sintonia con il presidente della Fondazione Carisap Vincenzo Marini che invece era in rotta di collisione con l’uscente Spalvieri. Malavolta è anzi un “uomo Fondazione”. «Sono particolarmente soddisfatto della nomina di Malavolta commenta Marini Marini Banca Intesa ha scelto tra gli uomini indicati dalla Fondazione. Con lui possiamo sicuramente accentuare il ruolo da sempre sostenuto dalla Fondazione: non pensare solo al dividendo ma anche alla formazione dei cervelli locali e alla cultura aziendale. La comunità di riferimento chiede questo. Ringrazio Spalvieri, tutto il vecchio Cda e i dipendenti per i risultati economici ottenuti». Il neo presidente, che ieri sera ha partecipato in Duomo alla messa in memoria dei dipendenti Carisap scomparsi, emozionato per la nomina, prima di tutto ringrazia la Holdino Intesa Centro e Banca Intesa. E prende un impegno: «Dobbiamo coinvolgere e valorizzare il patrimonio umano di Carisap sicuramente molto valido. Adesso datemi tempo di …palleggiare un po’ per ambientarmi». No comment sul possibile futuro assetto azionario. E come sambenedettese come si sente presidente di una banca “ascolana” per di più con una Provincia di Fermo in arrivo? «Sia chiaro che Ascoli risponde Malavolta con estrema serenità non perde niente con la nomina di un sambenedettese a presidente di Carisap Spa. Io dico che la città di Ascoli mantiene assolutamente la sua centralità. Rimane il punto di riferimento dell’attività. Ma è evidente che l’azione della banca riguarda il territorio da Ascoli a San Benendetto ad Amandola. Io mi sento un piceno, intendo l’area Ascoli-San Benedetto-Amandola. Nessun campanilismo per carità». “Sistemata” la Spa, ora tocca alla Fondazione. Ma è scontata, a parte qualche “turbolenza”, la riconferma alla presidenza di Vincenzo Marini Marini, giovane commercialista ascolano che, anche lui succedendo a Franco Spalvieri, ha portato nella gestione della Fondazione una maggiore managerialità e una maggiore trasparenza. Il 23 aprile è in programma l’assemblea dei 25 membri (il ventiseiesimo, Tavoletti, è decaduto essendo stato nominato al Cup) per il rinnovo del Consiglio di amministrazione composto da 9 membri tra i quali poi devono essere nominati presidente e vice.

articolo visualizzato 793 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 31-03-2004

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...