GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » La decisione di Celani di non ritirarla, ma di richiedere so
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

La decisione di Celani di non ritirarla, ma di richiedere so


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Anche i direttori dei circoli didattici chiedono la sospensioneCarne nelle mense scolasticheI genitori al sindaco: ci ripensi di ROBERTA LAZZARINII genitori dei bambini che usufruiscono delle mense scolastiche sono in allarme per il timore che il morbo della mucca pazza sia in agguato nei piatti. Di fronte alla scuola a tempo pieno di San Filippo, in attesa che i figli escano, mamme e papà discutono e cercano di rassicurarsi. «Sinceramente siamo preoccupati -dice Paola De Iulis- perché non sappiamo da dove viene la carne. In questo periodo io cerco di tutelarmi evitando di comprarla e ricorro al macellaio di fiducia. Questo a casa. Per quanto riguarda la scuola… spero solo che la carne provenga da allevamenti nostrani». «A casa mia -interviene Giancarlo Cipollini- ci siamo posti il problema e l’abbiamo risolto, per il momento, evitando di mangiare carne rossa. Qui a scuola spero che prendano provvedimenti simili». «Dicono che la ditta è locale -cerca di rassicurare un altro papà, Maurizio Mancini- bisogna vedere se poi questa si rifornisce da allevamenti locali. Bisogna che ci sia una vigilanza non temporanea, ma continua. Il fenomeno è già esploso anni fa e si ripropone ogni tanto e sono le istituzioni che debbono dare garanzie». Dai genitori i timori arrivano direttamente ai direttori didattici. «Mi sono arrivate diverse telefonate preoccupate -dice il direttore del circolo di via Napoli e San Filippo Carlo Ricciardi- con le quali le famiglie chiedono la sospensione della somministrazione di carne bovina e di dare al suo posto carni bianche. Capisco questo tipo di preoccupazione e dal canto mio posso solo scrivere all’Amministrazione comunale riportando la richiesta». «Non voglio creare allarmismi -dichiara Giuseppe Pacetti, direttore del circolo didattico del centro-, ma dopo le voci sull’incertezza dei controlli alla fonte e per le mense di mia competenza, soprattutto per quella della scuola materna del Palazzo Sgariglia, poiché cucinano in loco, ho preso l’iniziativa di scrivere al Comune perché venga dichiarata l’origine della carne». Per rassicurare ulteriormente la cittadinanza il sindaco Piero Celani e l’assessore alla pubblica istruzione Giovanni Silvestri confermano quanto già dichiarato due giorni fa: «E’ tutto in regola, la Camst, che ha l’appalto per la fornitura delle mense scolastiche fornisce carne di origine italiana e questo crediamo sia sufficiente a tranquillizzare la cittadinanza». La dichiarazione della Camst è affissa nelle mense e se questo ancora non bastasse a rasserenare gli animi, dalle prime indagini degli ispettori di igiene del servizio veterinario della Asl, che si sono attivati oltre il lavoro routinario, si ha la conferma che la Camst si rifornisce presso la ditta Ercoli di Fermo. «Dai primi controlli effettuati -afferma il responsabile del servizio veterinario Giancarlo Travaglini- è risultato che è tutto in regola per il momento. Le carni sono tutte italiane e i fornitori sono locali, fatta eccezione per Castignano dove la carne proviene da una ditta romagnola». Nei tre mattatoi della Asl (Acquasanta, Offida e Amandola) si macellano quasi esclusivamente bovini ovini e suini locali. Lo ribadisce anche Claudia D’Ortenzi, titolare del mattatoio di Acquasanta, il più grande della Asl. «Sappiamo esattamente da dove vengono le bestie e sotto tutte di qui. La nostra è una carne sicura, e siamo stati il primo mattatoio in Italia in regola con le normative Ue». «Nei mattatoi -spiega Travaglini- vengono sequestrati e inceneriti testa, occhi, cervello, tonsille, midollo spinale e l’ileo nei capi di tutte le età, per gli ovini e caprini occorre incenerire anche la milza. Gli animali che vengono a morte, inoltre, devono anch’essi essere inceneriti».

articolo visualizzato 651 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 16-11-2000

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...