GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » la città perduta è riaffiorata in un libro
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

la città perduta è riaffiorata in un libro


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Ricerca di Pallottini sul sito piceno-romano Novana, la città perduta è riaffiorata in un libro AMANDOLA – Nella sala consiliare del Comune di Amandola è stato presentato il libro “Novana nel Piceno” con la presenza dell’autore, il professor Luciano Pallottini, il sindaco Riccardo Treggiari ed alcuni componenti della giunta comunale. Il testo si basa su un’approfondita ricerca storico-archeologica grazie alla quale si cerca di delineare quello che era il territorio di Novana, città Piceno-Romana. Di essa parla soltanto Plinio il Vecchio nel suo libro Historia Naturalis. Il sito preciso di collocazione della città non è mai stato identificato anche se alcuni archeologi pensano che dovesse essere posta nei pressi della Valle dell’Aso e risalente ad un periodo che va dal 500 avanti Cristo ai primi secoli dopo Cristo. In questo lavoro, Pallottini ha delineato un territorio di forma triangolare con i vertici in tre antichi templi: Montenisio di Rotella, Cuma di Monte Rinaldo e Carassai. L’attenzione è stata, in particolare, incentrata sulla contrada Lago di Montalto, dove probabilmente sono sepolti importanti reperti che testimoniano l’esistenza della città. Riguardo i resti archeologici l’autore sposa l’ipotesi che essi siano stati sepolti dall’impaludamento del fiume Aso, da cui deriverebbe anche il nome Lago della contrada anche se esso oggi non esiste più. L’impaludamento è anche dedotto dal fenomeno di alcuni microvulcani chiamati “vulcanelli” e da una grande frana che ha sepolto il santuario di Cuma di Monte Rinaldo. Novana, dunque, col suo territorio era considerata una zona medi-terranea, cioè compresa fra più terre ovvero Asculum, Cupra, Firmum, Falerio Piceno. Essa costituiva una zona cuscinetto successivamente disgregata ed annessa a questi altri territori. Essa avrebbe avuto la fisionomia di “città diffusa”, estendendosi su un ampio territorio.

articolo visualizzato 892 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 04-01-2005

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...