GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » L’amaro sfogo di Angelo Squarti
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

L’amaro sfogo di Angelo Squarti


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

L’amaro sfogo di Angelo Squarti Perla, oculista in servizio ad Amandola «Io, medico sottoposto ad orari impossibili: in questo modo l’Azienda ostacola la qualità» ASCOLI — Accetta l’ incarico. Ma con riserva. Perché non ha intenzione di «offrire ancora il fianco a derisioni o a beffe palesi». Finora impiegato al poliambulatorio di Amandola, Angelo Squarti Perla, oculista, ha di recente ricevuto, da parte del comitato consultivo zonale per la gestione della medicina specialistica ambulatoriale, un nuovo conferimento d’incarico. In merito al quale non nasconde di nutrire qualche perplessità. «Se il conferimento — precisa — dovesse risultare analogo al precedente, potrei declinare l’offerta». Memore degli spiacevoli episodi verificatisi ad Amandola, il dottore non ha dubbi: «Mi si vuole impedire di fatto lo svolgimento di un incarico che mi spetta di diritto». Questo attraverso l’applicazione di orari impossibili, senza soluzione di continuità e possibilità di pausa pranzo, spesso accavallati ad altri e già stabiliti impegni professionali. « Così non si dà importanza — continua — ai pazienti e all’immagine dell’azienda, che si dichiara invece impegnata a orientare le strategie e gli sforzi dell’organizzazione verso il miglioramento della qualità tecnica delle prestazioni e delle relazioni con gli utenti». Le cause di questa spiacevole situazione risalgono a monte. Rancori di vecchia data. «La Asur — spiega Squarti Perla —, nella persona della ragioniera Giuseppina Sparapani, non fa che assegnarmi improponibili aumenti di orario, con lo scopo di rendermi impossibile il lavoro. Ed estromettermi, nel solo modo in cui è possibile, visto che rimango comunque primo in graduatoria. A questo riguardo, posso dire di aver già vinto ben 4 confronti giudiziari con la Asur. E chiamerò a rispondere di tutto questo non tanto il vertice dell’Azienda, colpevole solo di eccessiva e mal riposta fiducia in qualche sottoposto, quanto lo stesso dipendente che, per astio personale, si sollazza a sperperare il denaro pubblico». Insomma, pur non essendo a conoscenza della sede a cui sarà destinato nel corso del prossimo incarico, Squarti Perla mette le mani avanti. Per evitare il ripetersi di già noti disagi e problemi. «Hanno anche cercato — conclude — di infangare il mio nome. Oltre ad aver applicato un incremento di orario inutile e contrario alle necessità dell’azienda. Un incremento che, almeno ad Amandola, non ha senso, viste le necessità dell’utenza del presidio. Avrebbe avuto invece ragion d’essere, ad esempio, all’ospedale Mazzoni, oberato da lunghe, interminabili, liste d’attesa». Lucia Mosca

articolo visualizzato 1.512 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 29-06-2004

COMMENTI

1 Commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...