GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » L A COMUNITA dei frati Cappuccini delle Marche piange la scomparsa di padre Albertino Anselmi
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

L A COMUNITA dei frati Cappuccini delle Marche piange la scomparsa di padre Albertino Anselmi


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

L A COMUNITA dei frati Cappuccini delle Marche piange la scomparsa di padre Albertino Anselmi, per l’anagrafe Lino Anselmi. Era nato a Monte San Martino il 13 luglio 1915; si é spento all’infermeria provinciale. Al momento del decesso aveva 92 anni di età , 75 anni di vita religiosa, 68 anni di sacerdozio. Fu molto attivo anche nel Piceno e nel Fermano, lasciando un ricordo indelebile del suo passaggio. Una figura cristallina, storica per i Cappuccini. Un fratello e il migliore compagno di tutti. Entrà nel seminario di Fermo nel 1927: vi rimase fino al termine del IV Ginnasio, cioà© per 4 anni. Nel 1931 dette inizio al noviziato con la Vestizione del saio cappuccino; in tale circostanza cambià il nome di battesimo con quello di frate Albertino da Monte San Martino. Girà in lungo e in largo le Marche, sempre con spirito missionario. Nel 1943 fu trasferito ad Ascoli Piceno (vi rimase due anni). Altre presenze nel sud della regione lo hanno visto ad Amandola (1949) e molto spesso, specie nel periodo estivo, al Santuario della Madonna dell’Ambro. Nell’agosto 1964 venne nominato Superiore del convento di S. Vittoria in Matenano, dove rimase tre anni. Nel 1967 andà ad Ancona come cappellano dell’ospedale geriatrico: qui svolse fedelmente il servizio religioso fino al 1999 quando, per sorpassati limiti di età , dovette lasciare il lavoro come cappellano che nel frattempo lo aveva reso noto nel mondo ospedaliero, dove era ben voluto, apprezzato e amato da tutti, tanto é vero che al momento del congedo venne cordialmente festeggiato dalle autorità  e da tutto il personale. Nel dicembre 2002 fu trasferito all’infermeria provinciale di Macerata perchà© non in buone condizioni di salute. Gravi patologie lo hanno portato, sazio di giorni, ad incontrare il Signore nella visione beatica del Cielo. «Il Giusto sarà  sempre ricordato», recita il salmo 111. Ci piace ricordarlo con una frase coniata dai Cappuccini a ricordo perenne di padre Albertino: «E’ passato in punta di piedi umile e attento alla vita e alle sofferenze dei fratelli che ha avvicinato con affabile tratto e rispetto amorevole per ridare speranza e indicare la strada verso la luce fino all’ultima sera». Padre Albertino Anselmi mancherà  a tutti. Il suo sorriso, la sua profonda fede, la sua disponibilità  a consigli e parole di conforto non saranno dimenticati. Lo pensiamo in Paradiso al fianco dei suoi tre fratelli, che lo avevano preceduto in Cielo: Anselmo, Carlo ed Emilio. Possiamo pensare che la sua anima già  veda Dio e che riposi felice in Lui.P. F. (Servigliano) Resto del Carlino

articolo visualizzato 760 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 18-02-2007

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...