GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Influenza: scatta la prevenzione
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Influenza: scatta la prevenzione


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

I sintomi? Dolori alle ossa, ai muscoli e alle articolazioni, fari ngiti e nei casi peggiori pure vomito, nausee e diarrea. Scatta la prevenzione di LAURA CIMINODopo la cinese, l’australiana e la finlandese, anche per gli ascolani il rischio è di ritrovarsi a letto… con la febbre proveniente dall’Est. Mosca, Hong Kong e Nuova Caledonia le aree di provenienza dei nuovi temibili ceppi virali. Ma niente allarmismi. Per le categorie a rischio sono già pronti i rimedi, e senza spese. Sono ben 25.000 infatti i vaccini che l’Asl 13 ha già distribuito ai medici di famiglia, (circa 110), ad una decina di medici pediatri e a fornire gli ambulatori dei distretti di Ascoli Piceno, Offida e Amandola. Prepariamoci allora ad affrontare con l’arma della prevenzione un virus che con i rigori del prossimo inverno si preannuncia come particolarmente fastidioso. I sintomi? Febbre alta, dai 39° C in su, dicono gli esperti, dolori alle ossa, ai muscoli e alle articolazioni, faringiti, raffreddore e nei casi peggiori anche diarrea, vomito e nausea. Insomma, almeno una settimana a letto, giorni di lavoro persi e impegni da rimandare nella migliore delle ipotesi. Perché per i più anziani e chi è affetto da particolari patologie anche una noiosa influenza potrebbe portare causare complicazioni. La prevenzione si pone come necessità improrogabile soprattutto per le categorie a rischio. Chi potrà usufruire senza spese del vaccino antinfluenzale? Intanto i soggetti al di sopra di 64 anni, per i quali una banale influenza potrebbe causare complicazioni più gravi. Ancora, i bambini e gli adulti affetti da malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio, inclusa l’asma, l’apparato circolatorio ed uropoietico. Vaccini gratis anche per chi soffre di malattie degli organi emopoietici, diabete e altre malattie dismetaboliche, sindrome di malassorbimento intestinale, fibrosi cistica e altre malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi e patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici. Ma non finisce qui. Anche gli addetti ai servizi pubblici di primario interesse collettivo chi è addetto all’assistenza di soggetti ad alto rischio e i bambini reumatici soggetti a ripetuti episodi di patologia disreattiva. Nelle farmacie invece il vaccino antinfluenzale è già in vendita come un normale farmaco da circa 20 giorni, e può essere acquistato con circa 10 euro. L’affluenza alle farmacie anche quest’anno è medio-alta, quindi anche le categorie non a rischio provvedono a prevenire glia acciacchi influenzali. «Il periodo consigliato per vaccinarsi- ci dicono dalla farmacia Righetti in via Bonaccorsi- è proprio questo, fino a fine novembre, perché soprattutto per dicembre è previsto il diffondersi delle epidemie influenzali».

articolo visualizzato 885 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 01-11-2002

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...