GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Il tartufo bianco rischia di sparire
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Il tartufo bianco rischia di sparire


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Il tartufo bianco rischia di sparire ASCOLI — Senza un'adeguata iniziativa di tutela dell'ambiente, razionalizzando le colture nelle aree montane ed evitando l'indiscriminato abbattimento delle piante, il pregiato tartufo bianco dei Sibillini è a forte rischio. Il monito è stato lanciato da Alberto Mandozzi, responsabile della sezione Sibillini dell'Associazione Tartufai dell'Appenino Marchigiano nel corso del convegno «Ape, un progetto per i tesori della montagna. Tipicità e qualità dei prodotti delle aree protette» svoltosi ad Amandola e al quale hanno partecipato Aldo Cosentino, direttore generale del ministero dell'Ambiente, Fabio Renzi di Legambiente, l'Assessore regionale all'Agricoltura Luciano Agostini, il presidente della Comunità Montana dei Sibillini Domenico Ciaffaroni. Tutti hanno concordato sulla necessità d'una forte azione di tutela e valorizzazione nei confronti di questa risorsa fino a qualche anno fa sconosciuta perché gran parte dei tartufi raccolti prendevano la strada delle più importanti manifestazioni nazionali sul tartufo bianco. Mandozzi ha esortato a evitare il costante restringimento della zona del tartufo; Fabio Renzi ha parlato del progetto «Appennino Parco d'Europa», che offre agli Enti Locali un'opportunità eccezionale per il finanziamento dei programmi di valorizzazione delle tipicità, salvaguardia delle biodiversità, realizzazione di itinerari culturali e ambientali. Cosentino, direttore generale del Ministero dell'Ambiente, ha sottolineato l'importanza di un'azione coordinata degli Enti Locali, e ha annunciato la prossima pubblicaziondi un «Atlante dei Sapori d'Italia», in collaborazione con Legambiente e Slow Food, che darà spazio al Tartufo Pregiato dei Sibillini, alla Mela Rosa e al Pecorino, già inseriti da Slow Food nell'Arca dei Presidi.

articolo visualizzato 872 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 06-11-2001

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...