GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Il risveglio dei Sensi Piceni, 500 appuntamenti
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 4,00 su 5)
Loading ... Loading ...

Il risveglio dei Sensi Piceni, 500 appuntamenti


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Sotto un’unica bandiera sono stati raccolti tutti i momenti più importanti che il territorio offrirà  sino al prossimo mese di maggio L’edizione autunno-inverno riguarda teatro, concerti, letteratura, storia, cinema e folclore Il risveglio dei Sensi Piceni, 500 appuntamenti ASCOLI “ Oltre cinquecento appuntamenti tra teatro, musica, letteratura, storia, cinema e folclore. E’ l’edizione autunno-inverno di ˜Sensi Piceni’, il cartellone culturale patrocinato dall’Amministrazione Provinciale, pronto a raccogliere sotto un’unica bandiera tutti i momenti più importanti che il territorio offrirà  sino al prossimo mese di maggio. Il programma, stampato in circa 10 mila copie su brochure e distribuito in tutti punti informativi del Piceno, oltre ad abbracciare titoli di prosa del circuito Amat, le pellicole cinematografiche dei cineclub, il cabaret e il jazz dei locali piu’ in voga, i mercatini, le mostre e i convegni promossi di comuni; i concerti lirici, pop e da camera allestiti dai teatri, propone due iniziative legate all’arte scenica che rappresentano una novita’. Si tratta del progetto ˜Mito e miti’, che istituisce quattro laboratori affidati ad altrettante compagnie del Piceno, a fine stagione impegnate a portare in palcoscenico spettacoli preparati per l’occasione con i loro allievi. Le lezioni, che dureranno da gennaio a maggio, si concluderanno a primavera con ˜Lisistrata’, curato a Petritoli da Stefano Artissunch; ˜Le Troiane’, diretto a Monsampolo da Vincenzo Di Bonaventura; ˜Progetto Pericle Fazzini’, presentato a Ripatransone da Piergiorgio Cinì; ˜Il Mito di Sibilla’, messo in scena ad Acquasanta Terme da Eugenia Brega e Paolo Clementi. Inoltre, la sera del 12 maggio, al Teatro La Fenice di Amandola, Iaia Forte si cimenterà  nella prima nazionale di ˜Erodiade’ di Giovanni Testori, dopo un lungo periodo di prove avvenuto proprio nel comune dell’entroterra piceno. Rispetto alla stagione estiva, rivolta prioritariamente al turismo, questa tranche invernale é concentrata all’interno, rivolta ai cittadini e ai loro ospiti che vogliono vivere il territorio ha esordito l’assessore alla cultura Olimpia Gobbi nel corso della presentazione di ˜Sensi Piceni’, intenta ad evidenziare l’importanza di creare opportunità  in rete cui la quantità  sia pronta a cedere il passo alla qualità .FILIPPO FERRETTIcorriere adriatico 

articolo visualizzato 7.709 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 07-12-2006

COMMENTI

8 Commenti all'articolo.
  • 1 Meeting of Muses 27 luglio 2007 alle 19:59

    Da:
    Oggetto: Debutto della Divina commedia di Adelchi di Princess Yasmina
    Data: Fri, 27 Jul 2007 19:49:56 +0200
    A: servizio.interni@adnkronos.com

    Inedita Divina Commedia di Adelchi
    Debutto della Divina commedia di Adelchi di Princess Yasmin
    28 luglio a Monsampolo debutto di Princess Yasmin al Teatro Comunale
    28 LUGLIO AL TEATRO DI MONSAMPOLO DEL
    TRONTO

    Sotto l’alto Patrocinio del

    Presidente della Repubblica

    del Ministro dei Beni Culturali,

    del Presidente del Consiglio,

    del Green Princes Trust

    Meeting delle Muse

    del Royal Theatre Queen Isabel von England

    Adelchi :da Brescia ai Duchi di Wessex

    Prima assoluta

    della “Divina Commedia di Adelchi” di Princess Yasmin von Hohenstaufen. Regista attore Vincenzo di Bonaventura.

    Un’opera inedita di Princess Yasmin von Hohenstaufen , ispirata a documenti ed appunti scoperti dalla Principessa Yasmin negli archivi dei duchi di Wessex, suoi avi, che erano destinati a William Shakespeare per una tragedia dal titolo Queen Ansa, la moglie di Re Desiderio e madre di Re Adelchi, padre di Re Poto , capostipite dei principi Puoti, che il drammaturgo inglese non ebbe tempo di comporre. Princess Yasmin , pronipote di Re Desiderio e della Regina Ansa,ha oggi tentato di porre rimedio.

    il 28 Luglio al Teatro Comunale di Monsampolo del Tronto debutto della Divina Commedia di Adelchi di Princess Yasmin von Hohenstaufen con il Regista attore Responsabile del Teatro e Founder del Teatro Aikot27 Sir Vincenzo di Bonaventura definito dal Green Princes Trust, “il piu’ grande attore vivente.” L’opera e’ ispirata ad documenti storici relativi a Queen Ansa ,madre di Adelchi , ritrovati dall’autrice filologa drammaturga ,negli archivi dei Duchi di Wessex, suoi avi.La Principessa Yasmin li ha plasmati in tragedia riadattati in lingua italiana .Un’opera raffinatissima cui la critica e’ particolarmente grata. Queen Ansa.

    La Regina Ansa era moglie di Re Desiderio,nonna di Re Poto capostipite dei Principi Puoti e discendeva dagli antichi Re Pendagrom del Galles e dai Caractago, antenati dei duchi di Wessex e della stessa principessa Yasmin, pronipote di Re Desiderio. E’ verosimile che tali documenti storici facessero parte del patrimonio archivistico di Lord Wessex che intendeva farne dono a William Shakespeare , per trasformarli in opera teatrale. Non si comprende come mai non siano pervenuti al drammaturgo.L’opera parla della tragedia di Adelchi, ma in modo piu’ fedele, rispetto alla vicenda del Manzoni. La principessa Yasmin, visto che William Shakespeare non poteva piu’ utilizzare tali documenti per l’opera , ne ha fatto un drammma teatrale definito straordinario.

    Fondazione Longobarda
    http://www.hohenstaufen.org.uk
    http://www.federicostupormundi.it

  • 2 Meeting of Muses 26 novembre 2007 alle 16:49

    L’archeologa scienziato Yasmin von Hohenstaufen,presidente dell’Ucert, unitamente al suo team di scienziati coordinati dall’ecoarchitetto e scienziato Guido Pelliccioni,coordinatore Ucert e Presidente Alessandro Volta, ha inoltrato richiesta alla Ue e all’Unesco , di finanziare il Progetto Salvare Venezia e tutta la pianura Padana , portando il mare a Milano.Il progetto,che si chiama Gioco-onda a Milano prevede infatti un sistema di drenaggio del mare Adriatico incanalando le acque marine e portandole a Milano.Il sistema consiste in una sorta di cascata in miniatura artificiale che convoglia le acque marine in appositi canali che , come un condotto parallello ai navigli porti il mare a Milano, con duplice beneficio di scongiurare, anche in previsione dell’innalzamento delle acque del mare ,l’affondamento di Venezia. Viedippiu’ il sistema crea anche energia alternativa.Com’e’ nata l’intuizione?Straordinario a dirsi:da una pièce teatrale della principessa Yasmin K.von Hohenstaufen,della serie
    L’Avanzar della Marea,Regista attore Vincenzo di Bonaventuta, ove Leonardo parla di alcuni suoi schizzi, spiegando l’enigma che il delfino arrivera’ a Milano, giocando sull’onda. Schizzi inediti decriptati dalla principessa ,che sono un rompicapo, in quanto vanno letti in molteplici codici, la quale ha svelato tali intuizioni utopistiche per l’epoca di Leonardo.

    Uff Stampa Ucert
    Arch . Alaric Veruli Saxe Coburgo Gotha
    http://www.hohenstaufen.org.uk

  • 3 Meeting of Muses 28 febbraio 2008 alle 20:50

    La Divina Commedia di Adelchi arriva a Stoccolma al Royal Theatre regista Weiss

  • 4 L'Imperatrice in "peplo a met" chador 15 maggio 2008 alle 15:22

    Fonte: http://kelebek.splinder.com/archive/2007-09?from=10E è il caso della signora Gelsomina Aprile di Villa di Briano in provincia di Caserta, attualmente residente a Prato.
    La signora Aprile Gelsomina si dichiara capo della IMPERIAL DYNASTY PUOTI VON HOHENSTAUFEN PLANTAGENET HERISTAL HAUTEVILLE AVRIL DE BUREY D èANJOU COMNENO CANMORE ARAGONA MACEDONIO VERULI ALLEGRO d èALEGRE HOCHSTADEN HOSTADE PUOTI …Sovrana Assoluta del Supremo Magistero delle Logge Madri Usa, Inghilterra e Scozia, Irlanda
    Mentre l èImperatore di Poggibonsi ha conservato i propri nomi anagrafici, la signora Gelsomina Aprile si è trasformata in un ben più soave Yasmin von Hohenstaufen.
    L èimperatrice si distingue per una straordinaria abilità  nella gestione del flusso mediatico.[2]
    Annuncia ad esempio al mondo di aver scoperto le bende di Cristo. Ma qualunque cosa fa notizia: ad esempio, la Green Princes Trust, di cui è presidente l’Imperatrice Yasmin, premia la figlia della stessa imperatrice, Kathrin?
    La principale attività  di Yasmin von Hohenstaufen, a quanto ci è dato sapere, consiste nel cogliere fatti di cronaca e commentarli tramite comunicati stampa: il parere della “ultima discendente di Federico IIè viene così pubblicato con assoluta tranquillità , e serve ad accrescere il suo già  notevole curriculum.
    Soprattutto, Sua Maestà  si dedica però a premiare personalità  note e meno note, da Umberto Veronesi ad Andreotti, oppure onorare piccoli centri di provincia di sue onorificenze: e sono certamente pochi i sindaci o i premiati a rifiutare un suo riconoscimento.

    E dal titanico scontro tra il gentiluomo di Godrano e la gentildonna di Villa di Briano, discendono una serie di piccoli fatti, che hanno portato fatalmente allo smascheramento di Roby il Pazzo.

    Qualcuno si chiederà , cosa c’entra con la Disputa degli Imperatori, Roberto Maria Severini, già  Roberto Sandalo, “terrorista rosso” pluriomicida, recentemente trasfiguratosi in neocon islamofobo?

    Abbiate pazienza, ci arriveremo.

  • 5 club federiciani 29 agosto 2008 alle 01:21

    Gentile responsabile del sito, non si comprende come mai vi ostiniate a cancellare la rettifica al suindicato commento, ai sensi leggi stampa.Vi fa forse comodo? Onde evitare di opinare ipotizzando, vogliate cortesemente rettificare che la principessa Yasmin non sa nemmeno chi sia Sandalo, in quanto al massimo si occupa di stivali d’equitazione.L’Ucle consumatori si e’ limitato a ricevere materiale per i consumatori da Volpe Pasini, SOS Consumatori ,il quale ha inviato un certo Severini, il cui unico difetto era di parlare troppo in fretta rispetto al pensiero, ma di quello che diceva in fondo ce ne fregava poco. L’Ucle e’ un Organismo che propaganda il dialogo multireligioso , la principessa e’ pronipote di Federico II che favoriva il dialogo con gli Arabi. Cosa vuole che avessimo in comune con le vicende di Severini o Sandalo, la cui epoca , a Lei e’ assolutamente estranea, in quanto la principessa ,si e’ sempre occupata di Management, arte e cultura, ed e’ vissuta all’estero , proprio perche’ dell’Italia aveva il disgusto e non ne poteva piu’?E’ stata una giornalista coraggiosa e scomoda ed ha sempre detto pane a pane e vino a vino. Ora se non volete beccarvi una denuncia , evitate di rimuovere la rettifica!
    Tanto dovevamo Club Federiciani

  • 6 club federiciani 29 agosto 2008 alle 01:30

    Qui semmai saremmo stati vittime di un terrorista che sotto mentite spoglie ha ritirato i certificati elettorali della principessa Yasmin , Candidata alla Camera a SOS Consumatori, su segnalazione della Segreteria di Vizzini, ma i certificati non furono mai presentati nelle Puglie , benche’ risultasse capolista sino a venti giorni prima del voto 2006.Cui prodest?A chi giovava congelare la pronipote di Federico II, immettendola in un canale morto, mentre tutti se la contendevano?Provate a cancellare tale rettifica e ci autorizzate a pensare che siete complici di un terrorista!Pewr quanto concerne lo stronzo di Poggibonsi, non ti curar di lui, ma guarda e passa…
    club federiciani

  • 7 club federiciani 4 settembre 2008 alle 13:42

    club federiciani

    29 Agosto 2008 alle 21:44
    I Club federiciani formulano all’unione consumatori una richiesta di
    interpellanza parlamentare contro il Corriere della Sera, il quale nel proprio
    archivio telematico conserva una notizia falsa destituita di ogni fondamento ,
    e su cui vi sono cause vince . Il Corriere della Sera e’ stato ripetutamente
    informato , diffidato, affinche’ o rimuovesse la falsa notizia o pubblicasse la
    smentita, in quanto la principesssa Yasmin Aprile von hohenstaufen Puoti , fu
    non solo assolta, ma parte lesa in quanto da Testimone , nel processo di Locri
    riusci’ a far condannare un clan di sequestratori collusi con San Luca e con
    Giacobbe rapitore di Cristina Mazzotta. Con le sue denunce , la principessa
    Yasmin, aveva messo in salvo i Naps di Bovalino, avvertendo lo stesso
    Comandante Sperone, che alloggiavano nell’Hotel Oasi, frutto di estorsione,
    violenza , usura, e minacce contro il proprietario Frammartino, che di tale
    vicenda fu vittima di usura da parte del clan Stilo colluso con san Luca,
    quanto svelo’ che gli stessi Naps erano tenuti sotto controllo di microspie ,
    persino nei bagni,da parte dei clan mafiosi di Bovalino, e del territorio della
    Locride.La principessa Yasmin inoltre, trovandosi in vacanza in Calabria ,
    presso il palazzo ducale Macedonio di Grotteria suoi antenati, si era rivolto
    proprio ad un vecchio medico di famiglia che curava un parente, per avere il
    nominativo di un consulente per i conteggi in Tribunale, relativi a causa vinta
    contro una multinazionale, per svariati miliardi. Mai poteva immaginare che il
    medico fosse colluso con clan di sequestratori ed usurai suoi azionisti e con
    Giacobbe e San Luca e dedito a truffe, estorsione ed usura, al punto da
    truffare anche altra vittima la prof Nicita Carolina di Cz.Il Medico boss
    Stilo, si serviva di agganci in tribunale del suo consulente e degli avvocati
    collusi con la ndrangheta, ex amministratori del comune di CZ.Per rappresaglia
    il clan tento’ con l’inganno di aggredirla , tramite 5 energumeni e trascinarla
    in auto, ma la stessa con manovre audaci, salendo nella propria auto riusci’ a
    svincolarsi, solo perche’ la porta dell’auto, essendo difettosa si chiese
    ermeticamente e non riuscivano dall’esterno ad aprirla-Nonostante tutto ,
    cercavano di infilare un braccio nel triangolo laterale , per aprire lo
    sportello dall’interno e prelevarla.La principessa Yasmin, che era al sicuro in
    macchina, ma ostacolata a fuoriuscire dal viale cieco ,intimori’ gli energumeni
    , costringendoli con manovre acrobatiche di accelerazioni e brusche frenate, a
    desistere. Gli stessi , nel timore che la giornalista si stesse recando dalla
    polizia, come in effetti fece, recandosi dal questore,anticiparono una denuncia
    telefonicamente contro la stessa, simulando un tentativo di lesioni contro 4
    energumeni .Anche la principessa chiamo’ il questore,(ignorava fosse l’amico
    dell’ex ministro napoletano)il quale procrastino’ la denuncia della stessa, in
    modo che sembrasse postuma.(ma di certo non immaginava trattarsi dell’amico del
    ministro, guarda caso sempre nelle citta’ ove ella si trasferiva) , per cui di
    accordo con il ministro, il questore simulo’ una falsa rappresentazione dei
    fatti, per dimostrare che non vi era stata aggressione, ma che senza motivo la
    principessa avesse tentato di invece di investirli .Solo un mese prima il
    medico Stilo, non solo ne illustrava la grandezza quale manager di una sua
    clinica, per avergli procurato decine e decine di miliardi, quanto lo stesso
    fratello prof Salvatore Stilo dichiaro’ per iscritto al P. M Muscolo di Locri,
    che la principessa era destinataria di azioni della Clinica , per aver
    centuplicato il fatturato.Conclusione , con prove alla mano la principessa
    dimostro’ che effettivamente il clan era dedito ad estorsione , usura , falso d’
    asta e che avevano tentato di aggredirla per aver denunciato i loro reati. e
    maltrattamenti di malati mentali nella clinica del dr. Stilo.Il clan Stilo fu
    candannato a Locri, ove la principessa fu elogiata per il suo coraggio dal
    presidente del Tribunale.(94)Fu assolta con formula piena ed inappellabile per
    la controparte, in quanto il giudice Alessanro Bravin dimostro’ che era falso
    che voleva investirli, trattandosi di legittima difesa. Ma al questore che
    interessava screditare la nemica del suo amico ministro , interessa togliere
    alla principessa anche il carisma che fosse nobile, per cui, il processo
    verteva anche su tale vicenda. Furono nominati periti del tribunale, ed un
    principe esperto di araldica, appartenente ad una dinastia di magistrati ,
    concluse che era otto volte principessa , in quanto nella sua genealogia
    materna e paterna vi erano stati sempre e solo matrimoni dinastici . Quindi non
    solo la principessa giornalista era da elogiare per aver sgominato una banda di
    truffatori di usurai, sequestratori, quanto aveva determinato che i Naps
    fossero trasferiti da quel posto, frutto di usura, ma era stata vittima ed in
    pericolo di vita, per essere venuta a conoscenza nella clinica di cui era top
    Manager di fatti concernenti la ndrangheta.. Certamente il ministro e il
    questore furono sbugiardati dalla Stampa,dopo le sentenze, ma evidentemente
    ambienti piduini ancora persistono nel ceppo del Corriere della Sera, per cui
    ad oggi, si rifiutano di rimuovere la notizia e pubblicare la smentita, per
    vecchie gratitudini e scambi di favori cui il potere politico della vecchia
    repubblica era abituato.
    Il comunicato diffamatorio dettato dall’ex Questore di CZ (1994)), il quale
    lo aveva emanato su suggerimento di un ministro napoletano , inquisito di mafia
    e camorra e condannato per aver derubato fondi Sisde , non fu mai smentito dal
    Corriere della Sera, nonostante diffide multiple, persino al direttore Mieli.
    Trattavasi infatti di rappresaglia , in quanto l’ex ministro per circa venti
    anni aveva perseguitato la giornalista , troncandole la carriera , quale
    General Manager di una Multinazionale, docenza universitaria e contratti con
    prestigiose testate. Una carriera che aveva intrapreso per il suo curriculum
    eccezionale e non per aiuti politici, tanto meno da parte del ministro che ha
    distrutto una carriera luminosa.Aveva tentato invano di screditarla unitamente
    a suoi familiari, servendosi di provocazioni di camorristi ed esponenti della
    banda della Magliana ,in quanto la stessa quale ex capoufficio stampa lo aveva
    denunciato “per abuso di potere” .Nulla abbiamo contro i questori , senza i
    quali la sicurezza sarebbe in panne, ma certamente il questore con cui l’ex
    ministro aveva diviso fondi sisde , piu’ che alla giustizia , pensava di
    compiacere il” Ministro boss camorrista”, con cui aveva condiviso molte fortune.
    Infatti era stato anche Commissario a Roma ed aveva dimostrato al ministro di
    sapere massacrare la sua nemica con ogni falsita’ ed espediente! Certamente
    coloro con cui collabora attualmente di lui pensano e lo possiamo dimostrare
    …che” questo ex ministro camorrista serva solo per i voti per i voti della
    camorra nostalgica e riciclata ,ma e’ certo che di lui dicono “sia solo un
    delinquente ed un mariulo ”
    (PR Uvcoi)

  • 8 club federiciani 26 settembre 2008 alle 08:58

    Riportiamo l’intervento del principe Massimo Lancellotti su un blog Savoia .

    “Rispondo a chi afferma erroneamente che nel 1946 non vigessero piu’ leggi fasciste. Putroppo devo affermare che, persino a fine degli anni 60 ,mi risulta che proprio una sorella della principessa Yasmin, Sua Altezza Imperiale e Reale la principessa Giovanna Macedonio duchessa di Grottolella , si e’ trovata di fronte all’anagrafe che ha rifiutato il nome Maruska Erminia per la figlia , adottando solo Erminia(nome di un antenata del padre il duca Roberto Macedonio di Grottolella, marchese di Ruggiano).I codici ancora erano rimasti quelli fascisti e molti impiegati , anche dopo, erano ostinati. Torniamo al Signore che afferma che Gislamina non abbia un Santo:sbagliato!Si festeggia il giorno di tutti i santi! Ma i Santi si Festeggiano attraverso i nomi con cui sono conosciuti, ma non con quello etimologico reale! Il Nome deriva dalla lingua franca Gisla (la moglie di Adelchi, sorella di Carlo Magno)in lingua longobarda, ossia scandinava era Ghils ovvero Gisla , piccola Gisla era il nome Gisella , in longobardo Ghilsomina , dal celtico Gislamina, che traduceva in lingua gallica il fiore gelsomino (in arabo Yasmin , o Yasemin in italiano Gelsomina ),avvicinata per falsa etimologia popolare al gelso (come afferma l’etimologo Freytag vedi pagina 596 Vocabolario Etimologico Melita Editore di Pianegiani.)quindi Gislamina o Gelsomina e’ la medesima cosa in realta’ etimologica.La misteriosa santa sarebbe semplicemente Gisella , in lingue iperboree da Adalgisa.
    Come faccia a diventare un fiore oleaceo rampicante e profumato come il Gelsomino, sono i misteri delle dstorsioni delle lingue.Ma questo accade per moltissimi termini.Nel caso della Principessa Maruska Macedonio, nipote di Yasmin (che in realta’ si chiama Erminia), in famiglia, a dispetto delle leggi, hanno sempre continuato a chiamarla MarusKa.lìaltro quesito che si pone e’ perche’ le sorelle non si chiamerebbero altezze Imperiali. Le sorelle della principessa Yasmin sono non solo altezze imperiali di nascita , quanto di matrimonio. i Macedonio, in Italia conosciuti come vicere’ delle Calabrie, viceprincipi, duchi, marchesi, baroni ecc. provengono dalla dinastia Macedone Imperiale Bizantina(vedi imperatore Macedonio), una delle piu’ antiche e prestigiose in assoluto! Le sorelle di Yasmin sono sempre citate nei siti amatoriali e in cittadinanze onorarie come Sair e principesse oltre che duchesse per matrimonio.Quindi non corrisponde al vero quanto affermato dal signore che rilevava una sperequazione araldica. La Principessa Rosamaria Macedonio, nel suo primo matrimonio, ha sposato , da studentessa di architettura a Venezia, con rito ortodosso ,un cugino attraverso i Principi Puoti di Castrum Poti Canmore Comneno, l’architetto Principe Veruli von Saxe Coburgo Gotha, discendente diretto di King Alaric Veruli , Gallia Placidia, imperatori valentiniani , Costantino.Ed infatti , in italia, ha sposato il duca Vincenzo Macedonio, suo primo amore ,da adolescente,il cugino del Principe duca Roberto Macedonio, marito della sorella principessa Giovanna, e non ha potuto sposarlo in chiesa, con suo rammarico.Le sorelle di Yasmin avendo prole di rango imperiale , sono interessate a tutelare il cognome della prole , piu’ che quello della propria famiglia di origine .La principessa Yasmin , sposata all’estero, e vedova von Hohenzollern, e’ interessata molto di piu’ a tutelare, il casato da cui proviene , in quanto fortemente connesso con la Zolerin House di Svevia.Poiche’ il marito della principessa Yasmin, aveva gia’ prole dalle prime nozze, il titolo della casata Hohenzollern e’ stato trasmesso al maschio di primo letto, mentre la principessina Kathrin , che e’ nata da secondo matrimonio del padre ha immmediatamente assunto il cognome della madre con tutti i predicati nobiliari , in quanto sarebbe stata solo “dei Principi Hohenzollern “,rispetto al fratellastro primogenito.La Regina Elisabetta, ad esempio che e’ una prozia della principessina Kathrin , pur avendo sposata ad un principe duca , ha trasmesso il proprio cognome e rango dinastico ai figli.Per quanto concerne le traduzioni del cognome della Principessa Yasmin e’ opportuno visitare i siti http://www.federicostupormundi.it
    http://www.hohenstaufen.org.uk
    http://www.ematologia.it

    Quindi credo che a biascicare su queste storie siano solo degli aspiranti falsi nobili che vorrebbero negare la nobilta’ altrui,usurpandola con perizie fasulle! Manipolare la Storia e’ un crimine!Gli ignoranti hanno facolta’ di far domanda, ma mai di trarre conclusioni!”

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...