GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » I sindaci in coro : «Dovrà essere la Provincia dei Comuni»
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

I sindaci in coro : «Dovrà essere la Provincia dei Comuni»


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

I sindaci in coro : «Dovrà essere la Provincia dei Comuni» FERMO — La nuova provincia dovrà essere la provincia dei Comuni; un ente rappresentativo di tutto il territorio, utile a risolvere i tanti problemi sul tappeto. I quattro sindaci presenti ieri mattina, con Vitali, alla conferenza stampa hanno condiviso in pieno il pensiero del coordinatore.Maurizio Marinozzi (Servigliano) ha sottolineato la necessità di mantenere il requisito fondamentale, che ha caratterizzato la battaglia per l’istituzione della provincia, vale a dire la trasversalità politica: «Bisognerà rispondere alle esigenze del territorio, piuttosto che a quelle dei singoli partiti; affrontare da subito concretamente i problemi, a cominciare dalla viabilità». Guido Monaldi (Pedaso) nel ribadire la piena fiducia a Vitali, ha ricordato che il 4 agosto scorso i sindaci della Valdaso abbandonarono l’assemblea perché non era stata accolta la loro richiesta di rinviare di qualche settimana l’elezione del coordinatore, in modo da raggiungere una maggiore compattezza. Guardando al futuro, Monaldi ha sottolienato il ruolo da protagonista che la Valdaso dovrà avere. Adamo Rossi (Montefalcone) ha parlato di «provincia dei Comuni», nella quale la montagna spera di trovare la soluzione dei suoi problemi, a cominciare dalla permanenza dell’ospedale di Amandola.Francesco Giacinti (M. Urano) ha messo in risalto la sfida che attende i sindaci delle varie aree, ciascuna delle quali presenta problemi specifici.In tema di costruzione della provincia, registriamo anche un interessante intervento del centro studi «Carducci». Il prof. Renato Medei fa alcune considerazioni sull’organizzazione burocratica. «La provincia di Ascoli Piceno si avvale oggi di circa 600 dipendenti di cui circa 100 dislocati nel Fermano. Se la provincia di Fermo dovrà essere un ente ‘leggero’ non avrà bisogno neppure di metà degli attuali 600 dipendenti. Risulterebbero sufficienti 250/260 dipendenti attualmente in forza all’intera provincia ascolana». Stando così le cose, a che pro i concorsi che l’Amministrazione Rossi sta portando a termine per l’assunzione di altri dipendenti? Il prof. Medei conclude consigliando al presidente Rossi «di resistere alle eventuali pressioni interne e proporre alla Giunta una delibera di sospensione dei concorsi in atto».

articolo visualizzato 603 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 25-09-2004

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...