GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Giovane donna rischia di partorire in auto
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Giovane donna rischia di partorire in auto


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

AMANDOLA Giovane donna rischia di partorire in auto Polemiche per la chiusura del reparto di ginecologia: intervengono sindaco e segretario DsAMANDOLA — La rabbia del sindaco Franco Rossi per la chiusura del reparto di Ginecologia dell’ospedale è forte: «Si è chiuso un servizio senza predisporne uno di emergenza per sopperire alla distanza con l’ospedale di Ascoli». E giovedì notte si è rischiato il peggio. Verso l’una di notte si è presentata al pronto soccorso dell’ospedale di Amandola Antonella Costantini con le doglie e pronta al parto. Il momento maggiormente critico durante il tragitto, erano le tre di notte, lo si è avuto nella zona di Croce di Casale, quando sembrava che la giovane donna volesse partorire proprio in quel momento e in ambulanza. Per fortuna, è riuscita a stringere i denti e giungere ad Ascoli. All’alba è nata Giulia, una bellissima bambina dal peso di 2 chili e 920 grammi. Mamma e figlia godono ottima salute. «Per l’impossibilità di avere uno specialista sul posto -ha detto Rossi- si poteva determinare una situazione drammatica sia per la partoriente che per la bambina. Fino a quando ad Amandola ha funzionato il reparto di Ginecologia queste situazioni non si sono mai determinate». Sulla questione, ieri c’è stato un incontro tra una delegazione del comitato cittadino, il segretario ds di Amandola Pochini, l’assessore regionale Luciano Agostini e alcuni sindaci ds dell’area montana. Agostini ha assicurato che l’ospedale avrà lo stesso trattamento di quello di Novafeltria, ma soprattutto è stato ribadito all’unanimità il sostegno al documento sulla programmazione dei servizi sanitari approvato dalla Conferenza dei Sindaci della Comunità montana dei Sibillini. Seguirà ai primi di novembre un nuovo incontro per definire ulteriori dettagli in base al documento di riordino sanitario della Giunta regionale. Intanto il segretario dei ds di Amandola, Giuseppe Pochini, prende posizione sulle iniziative del comitato cittadino. «Fin dall’origine – afferma Pochini – i promotori hanno dichiarato che il comitato è nato per la contraddittorietà dell’azione di difesa dell’ospedale da parte del sindaco, mentre adesso gli stessi promotori accettano il sostegno del sindaco evitando, come sarebbe logico, di prenderne le distanze. Così come sarebbe opportuno prendere le distanze dai politici, guarda caso tutti di destra, tipo Castelli, Ciccanti, Celani e Di Ruscio, dal momento che era stato detto categoricamente che i partiti non avrebbero dovuto farne parte. Demagogica e contraddittoria anche la posizione del senatore Ciccanti: da un parte difende Amandola, dall’altra il Governo Berlusconi taglia i fondi per la sanità».

articolo visualizzato 537 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 26-10-2002

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...