GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Fondi europei per le imprese montane
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Fondi europei per le imprese montane


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Finanziamenti all’innovazione e agli investimenti, l’energia alternativa e infrastrutture perl’informazione, sono questi i principali temi che saranno affrontati all’incontro di sabato 19 gennaio 2008 ore 10 ad Amandola, alla Sala del Consiglio Comunale, alla presenza del Presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Massimo Rossi, del Presidente di CNA Fermo, l’amandolese Sandro Coltrinari, il Presidente di Confindustria Fermo, Silvano Lattanzi, del Sindaco di Amandola, Riccardo Treggiari e del Sindaco di Montefortino, Lando Siliquini.Gli argomenti saranno sviluppati con un punto di vista particolare, quello dell’impresa montana, che deve affrontare enorme carenze (infrastrutture, servizi…) ma che comunque continua a scommettere sulla capacità  del territorio per un futuro affrancamento.«Il tentativo “ sostiene Riccardo Treggiari “ é quello di costruire un percorso di partecipazione e coesione per le imprese artigiane e industriali sul territorio montano, capace di costituire innanzitutto un gruppo di pressione e una progettualità  comune per accogliere le opportunità  dei prossimi fondi europei a loro dedicati. Un po’ come la nostra amministrazione ha già  fatto per i fondi europei dedicati agli enti locali, aggregando 11 Comuni.E’ molto importante che le imprese della zona Montana (da Comunanza a Sarnano, daMontefortino a Servigliano) siano molto collaborative e unite perchà© solo in questo modo ci saranno i margini di trattativa con la Regione Marche per prendere finanziamenti necessari a far crescere le nostre imprese. Senza unione non ci saranno spazi per acquisire ifinanziamenti».All’incontro si darà  spazio ad approfondimenti sull’utilizzo dell’energia alternativa, in particolare dell’energia geotermica, un’esperienza che coinvolge Montefortino in primis con il progetto geotermico che sarà  avviato nelle scuole.«E’ stato bello scoprire “ continua il Sindaco di Amandola “ che nel nostro territorio esistono giovani esperti in materia ed é per questo che li abbiamo invitati a parlare all’incontro. Se si potesse fare un progetto corposo sulla geotermia, come sulle altre energie alternative, nella zona montana si potrebbero creare tanti posti di lavoro per i giovani sul territorio, nonchà© risolvere gli annosi problemi relativi alle reti del metano che non riescono a raggiungere tutto il territorio. Va detto che l’argomento interesserà  particolarmente le imprese edili e le imprese che si occupano di servizi idraulici».Il Comune di Amandola al fine di sostenere le progettualità  dei privati e delle imprese ha attivato un indirizzo di posta elettronica sviluppoeconomico@comuneamandola.it, che servirà  per accogliere domande più specifiche e/o opinioni.

articolo visualizzato 856 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 13-01-2008

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...