GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Finanziamenti per il restauro
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Finanziamenti per il restauro


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

La Provincia ha assegnato più di un milione di euro per la sistemazione dei beni culturali Finanziamenti per il restauro L’assessore alla Cultura Verducci: “Abbiamo sostenuto 42 interventi” PORTO SAN GIORGIO – La Giunta provinciale ha provveduto, nei giorni scorsi, da assegnare i circa un milione e trecentosessanta mila euro per interventi di restauro d’immobili di particolare valore culturale ed artistico, provenienti dagli avanzi di capitale e dai risparmi della legge n. 43/’98 (legge detta del “terzo millennio”). I finanziamenti sono stati assegnati (40% dell’importo progettuale ai grandi Comuni e 50% ai piccoli) a quelli classificatisi in graduatoria (del 1999) al 20° posto (3) ed al 21° (4), per complessivi 7 interventi finanziati di restauro e risanamento conservativo. Essi sono: il Teatro comunale di Altidona (387.342 euro); l’edificio dell’ex ferrovia Porto San Giorgio-Amandola, stazione Santa Lucia in Comune di Fermo (409.000 euro); il Mulino ad acqua nel Comune di Carassai di proprietà del Comune di Fermo (547.000 euro); la Torre civica di Ponzano di Fermo (47.000 euro); il Centro culturale “Antonelli” di Falerone (53.000 euro); la chiesa-santuario della Madonna del Pianto di Fermo (32.000 euro); il Tempietto votivo Sant’Emidio Rosso di Ascoli Piceno (49.000 euro). “Attraverso la legge 43/’98, in Provincia di Ascoli Piceno sono stati finanziati complessivamente 42 interventi e dei 35 finanziati in precedenza 28 sono giunti a conclusione – ha detto l’assessore Verducci – tutti edifici di notevole importanza storica, culturale, religiosa. Moltissime sono state le chiese recuperate, situate anche in luoghi marginali o poco abitati del territorio che, non appena restaurate, hanno già avuto moltissimi visitatori. Altro aspetto è il meccanismo economico che si è attivato perché 25 miliardi di lire ottenuti con la legge 43, con il meccanismo degli interventi restaurativi ha mosso una mole di circa 70 miliardi di lire. Anche per questo ritengo che sia stata fatta un’operazione di gran rilievo”. I criteri, che nel ’99 avevano determinato la graduatoria, è stato anzitutto quello del “pregio storico-artistico”, quello del “deterioramento” del bene e si è deciso d’intervenire dov’esso era maggiormente in pericolo, e quello della ricaduta economica, cioè se l’intervento era in grado di produrre nuovo lavoro ed interesse tra i visitatori. ROLANDO CIRENEI

articolo visualizzato 1.293 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 11-05-2004

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...