GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Festival: per il 2005 si cambia
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Festival: per il 2005 si cambia


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

AMANDOLATempo di bilanci e progetti: si parla già di una nuova formula che porterà in città quello che è impossibile vedere altrove Festival: per il 2005 si cambia di Grazia MandrelliAMANDOLA — A distanza di qualche giorno si tirano le fila dell’«Amandolafestival» appena terminato. E, nonostante buona parte della manifestazione sia stata organizzata in meno di un mese, il bilancio appare più che positivo. Soprattutto in relazione ai numeri. Sarebbero stati, infatti, poco meno di quattromila gli spettatori paganti durante le poche giornate del Festival. Per un incasso che dovrebbe aggirarsi attorno ai quattromila euro. Non è una grossa cifra, ma neppure poco. Soprattutto se si considera che negli ultimi anni gli spettacoli a pagamento sono stati pochissimi e hanno riguardato non migliaia, ma poche centinaia di spettatori. Inoltre i costi sono stati decisamente ridimensionati: per la sezione teatro curata da Marco Di Stefano circa 30 mila euro, ma per spettacoli che, pagati per il loro valore, sarebbero costati almeno tre volte tanto. E proprio Di Stefano, per chiudere una volta per tutte la questione dei famosi 40 milioni di vecchie lire che avrebbe chiesto all’ex sindaco Rossi nel ’99 dichiara: «E’ vero, ma non si è detto che quei soldi riguardavano un progetto biennale e servivano per pagare tre persone: me, Brigitte Christensen e Avelio Marini. Sette milioni l’anno a testa per la direzione artistica, le spese telefoniche, la pubblicità, i viaggi, il teatro della comunità. Ma la verità è che la mia fu una specie di provocazione in quanto, per motivi di imcompatibilità personale, non volevo lavorare con Rossi». Insomma, chiuso il discorso. Andata in soffitta anche questa edizione ora si pensa al futuro con progetti che tendono a far tornare la cittadina dei Sibillini fulcro e centro di una sperimentazione teatrale che l’aveva fatta conoscere in tutto il mondo. Ormai quasi certa la conferma di Di Stefano per la direzione artistica della sezione teatro, si sta già lavorando per una nuova formula del Festival, una formula che promette agli appassionati, come già accaduto in passato, di vedere ad Amandola ciò che in Italia è impossibile vedere altrove. E la prima sorpresa potrebbe arrivare proprio da Edimburgo con una vetrina di anteprime degli spettacoli proposti in Scozia e un gemellaggio artistico e culturale.

articolo visualizzato 573 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 10-09-2004

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...