GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » E’ tornata la neve sui Sibillini
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

E’ tornata la neve sui Sibillini


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Allarme del sindaco: Danni ingenti nella zona di Montemonaco MONTEMONACO – Il 29 maggio scorso é ricomparsa la neve sugli Appennini. Nella notte é nevicato e a quota 1700 il livello della coltre bianca ha raggiunto i 15 centimetri come segnalato dall’apparecchiatura di rilevazione della Protezione Civile presente in prossimità  del secondo rifugio sul Monte Sibilla.Ma a seguito delle piogge abbondanti dei giorni scorsi e delle forti folate di vento a Montemonaco si sono verificati ingenti danni e numerose piante sono state danneggiate o divelte, un fatto certamente anomalo in questo periodo dell’annoIl danno più rilevante – afferma il sindaco Liberato Vittorio Sansonetti – si é verificato ad Isola San Biagio, piccolo nucleo abitato alle pendici del Monte Sibilla, dove vegeta un tiglio selvatico (Tilia Cordata Mill) monumentale. Con una circonferenza di oltre quattro metri, un’altezza di circa 20 metri e la sua ampia chioma di oltre 22 metri, rappresenta da oltre 300 anni la stessa frazione, punto di ritrovo sia degli abitanti sia dei turisti.Oltre al naturale interesse ambientale-naturalistico – ha spiegato ancora il primo cittadino di Montemonaco – rappresenta la storia del paesino ed é meta di turisti che soggiornano nei dintorni o di passaggio per l’Infernaccio o il Monte Sibilla.I semi di questa pianta – ha aggiunto poi il sindaco Sansonetti – vengono utilizzati per la riproduzione nel vivaio di Amandola.La sera del 28 il tiglio ha subito un grave trauma. Uno dei rami, di grosse dimensioni, che costituiva le branchie principali, é stato divelto dalla tempesta, schiantandosi a terra, causando danni ad un’abitazione e lasciando nel tronco un’ampia ferita.Sono stati effettuati sopralluoghi dall’Amministrazione Comunale, dal Corpo Forestale dello Stato e l’Amministrazione Provinciale ha prontamente ripristinato la viabilità .Il Sindaco di Montemonaco nel frattempo si é attivato con l’Assam per un sopralluogo da parte dei tecnici specializzati per verificare lo stato vegetativo sotto qualsiasi aspetto anche al fine di effettuare un interevento necessario a conservare il tiglio monumentale. Anche questa pianta storica per il centro montano dei Sibillini quindi ha subito gravi danni dalle mutazioni climatiche che interessano anche il nostro territorio. Dopo avere resistito per secoli alle intemperie in una zona dove certamente non mancano neve e pioggia l’albero secolare ha dovuto cedere, speriamo non del tutto, ad una primavera davvero diversa dal solito.Si tratta certamente di un segnale preoccupante che deve far riflettere sulla necessità  di salvaguardare il patrimonio arboreo e non solo dai mutamenti repentini del clima che ormai non risparmiano neppure quelle località  che sembravano non poter essere contaminate.corriere adriatico

articolo visualizzato 765 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 01-06-2007

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...