GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » E’ un ospedale solo da potenziare.
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

E’ un ospedale solo da potenziare.


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

«E' un ospedale solo da potenziare» AMANDOLA — Un incontro (urgente) con i responsabili regionali della sanità e il manager della Asl 13 di Ascoli, Maresca. E' quanto chiedono i sindaci della conferenza dei servizi della Comunità montana dei Sibillini, riunitisi nel municipio di Amandola per discutere del delicato momento condizionato dal problema dei tagli. «Se il nostro ospedale sarà tirato in ballo, dovrà essere fatto solo in caso di potenziamento — sottolinea Franco Rossi (foto), sindaco di Amandola e presidente della conferenza —. E' per questo motivo che abbiamo chiesto un faccia a faccia chiarificatore con i politici. Se la Asl 13 è chiamata a contenere la spesa, dovrà badare alla razionalizzazione della stessa, a eliminare i doppioni e le tante spese superflue. Non di certo si dovrà trovare ad Amandola il capro espiatorio. Il nostro nosocomio, oltre a servire la zona montana, ha sempre risposto in maniera positiva a tutte le necessità dei cittadini». Ottanta, attualmente, i posti letto dei reparti di medicina, chirurgia, ostretricia-ginecologia e dialisi. La situazione di 'pericolo' ha fatto scendere in campo di nuovo l'associazione 'Vivere il territorio', che ha tappezzato con un manifesto i centri montani. «Nella animata discussione – riferiscono i portavoce dell'associazione – è stata nuovamente messa in evidenza la disparità di trattamento delle due zone montane marchigiane che il Piano sanitario regionale in un primo momento voleva salvaguardare: Novafeltria e Amandola. Ma le notizie giunte, se confermate, mostrerebbero l'ospedale di Novafeltria, pur con alcuni tagli, mantenuto nella sua integrità di reparti, mentre per Amandola si parlerebbe di chiusura del reparto di ostetricia e di una riduzione del reparto di chirurgia a un angolo di soli 13 posti letto (si può parlare di reparto?). Al di là delle critiche, anche facili, sulle responsabilità del calo di attività del reparto di ostetricia, la nostra associazione, sentita gran parte della popolazione, si dichiara pronta a scendere in campo con ogni tipo di mobilitazione, a sostegno dell'opera di mediazione dei sindaci della Comunità montana. Il ruolo dell'ospedale di Amandola non può essere considerato solamente di tipo sanitario, che, tra l'altro, svolge egregiamente e con altissima professionalità, ma anche di tipo sociale, come presidio di sicurezza di una zona montana». Fabio Paci

articolo visualizzato 744 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 16-01-2002

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...