GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » E la città diventa un evento
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

E la città diventa un evento


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

«E la città diventa un evento» AMANDOLA — Poliedrico, eclettico, dispensatore di sogni. La figura di Pepi Morgia spicca nel firmamento delle stelle che operano nel background degli eventi marchigiani. E nel bel mezzo del Festival di Amandola, il direttore artistico ci confida segreti e retroscena, e come nasce la rassegna che ha catalizzato l'attenzione della platea incantata dalla Sibilla Delfica. «Avendo una visione multidisciplinare del teatro non solo come arte di spettacolo e intrattenimento ma danza, poesia, cinema, installazioni e tutti i modi in cui l'arte si possa esprimere, ho racchiuso in un unico grande contenitore questo mio pensiero — spiega Morgia —. Sono specializzato nel creare eventi che siano visti da migliaia di persone, a partire dai concerti di Baglioni con 30.000 presenze negli stadi, alle 700.000 del 1°maggio in piazza a Roma. Chiaramente ho sviluppato un'ottica ampia che abbia un impatto live immediato e anche un approccio scenico attento e che colpisca di getto lo spettatore». Le produzioni firmate Pepi Morgia sono sempre riche di contenuti: «Mi piace fare sperimentazioni continue. Per esempio 'Trombedacqua', lo spettacolo portato in scena sabato 8 dal trombettista di Manu Chao, Roi Paci, Martusciello e Fred Casadei, o le arpe su proiezioni di schermi d'acqua. Uso un cliché fatto ad hoc in piazza con proiezioni e videoinstallazioni». Nei suoi Festival si notano sia eventi, «Waterwall» (in scena sabato 8) per intenderci, sia la presenza di componenti più ricercati, e del particolare, come il sottofondo musicale dello spettacolo conclusivo dei fuochi barocchi: il Tannauser di Wagner. «Infatti Wagner — conclude Morgia — scrisse un'opera ispirata alla storia-leggenda del Guerin Meschino che si è svolta nella terra della Sibilla. Quando ho in programma qualche Festival colgo una serie di informazioni sull'argomento è anche un modo per far arrivare più diretto il messaggio della manifestazione. Dalla Sibilla sono davvero rimasto affascinato ed incuriosito. Mi ha catturato, tanto da chiacchierare per giorni al Rifugio della Sibilla con persone che avevano in qualche modo subito lo stesso fascino».

articolo visualizzato 796 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 06-09-2001

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...