GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » E il sindaco di Amandola “tradisce” Celani
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

E il sindaco di Amandola “tradisce” Celani


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

SANITA’ E il sindaco di Amandola “tradisce” Celani Castelli (An): «Strumentalizzazione della sinistra, la Regione fa a pezzi il territorio»Si salva il punto nascita dell’ospedale di Amandola tagliando i posti letto nell’ospedale di Ascoli? Il sindaco Piero Celani respinge subito questa ipotesi dopo l’approvazione all’unanimità, nell’ultima seduta della conferenza dei sindaci della Asl 13, di un ordine del giorno, rielaborato dallo stesso Celani, a sostegno appunto del mantenimento del punto nascita di Amandola. «No, non tagliamo ad Ascoli — dice il primo cittadino ascolano — Nell’odg si parla di un congruo numero di posti letto per Amandola, quindi pochi posti letto, penso uno due, senza creare alcun problema al “Mazzoni", ci mancherebbe». Piuttosto nell’originale testo dell’odg la “montagna", forse provocatoriamente, chiedeva di trasferire ad Amandola addirittura 15 posti letto dei 42 dell’area materno infantile del “Mazzoni". Una follia. Celani, dopo una lunga trattativa, è riuscito a trovare una soluzione che Amandola ma senza penalizzare Ascoli. Lui comunque è furioso con il sindaco di Amandola Franco Rossi, centrodestra anche lui, che lo ha “tradito": dopo aver approvato l’odg per Amandola, ha votato infatti insieme ai sindaci di centrosinistra a favore della riforma della giunta regionale. E non risparmia attacchi ai sindaci di centrosinistra che hanno proposto e approvato un odg a favore della «cura Melappioni». «Solo una strumentalizzazione politica», dice Celani.«E’ perfettamente demagogico — tuona il consigliere regionale Guido Castelli (An) — approvare un ordine del giorno (formalmente) in difesa del reparto di ginecologia dell’ospedale di Amandola e subito dopo deliberare un provvedimento di appoggio al piano sanitario regionale che, a chiare lettere, ne conferma e decreta la chiusura. Ma ancora più grave è che molti sindaci di sinistra abbiano voluto omaggiare, presumibilmente per fedeltà di partito, una manovra sanitaria che penalizza fortemente il territorio piceno». «Le alte specialità — continua Castelli — saranno individuate nella sole aziende ospedaliere (Ancona e Pesaro) e sotto la foglia di fico della razionalizzazione si prepara un processo severo di centralizzazione anconetana di alcuni servizi». «Per non dire — conclude Castelli — della funzione di emodinamica che da tempo viene reclamata dalla Asl n. 13 ed alla quale il piano riserva un larvato accenno».

articolo visualizzato 610 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 30-01-2003

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...