GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Due gli stettacoli alla “Fenice”: inizio alle 22,30 con “Zer
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Due gli stettacoli alla “Fenice”: inizio alle 22,30 con “Zer


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Stasera esibizioni di diversi artisti che presenteranno numeri singolari Due gli spettacoli alla «Fenice»: inizio alle 22,30 con «Zeromoses» poi gli «Insetti»AMANDOLA — All’insegna della Sibilla Eritrea e dell’Aria, inizia oggi la quarta giornata del Festival internazionale della terra delle Sibille, rassegna che finora ha fatto registrare il tutto esaurito. Ben cinque gli appuntamenti odierni, tutti ad ingresso gratuito: alle 19, nel centro storico di Montemonaco, esibizione del duo Grimaldi-Lacerenza in “Bacch&ttoni"; alle 21, in piazza Umberto I, il Circo Xiclo in “Agridulce"; dalle 22.30 al teatro “La Fenice" performance della compagnia MK in “Zeromoses" e, a seguire, della compagnia “Le Supplici" in “Vent pulverized version". Come di consueto, a mezzanotte al teatro Rococò, chiuderà la giornata il concerto degli “Insetti". “Bacch&ttoni" è uno spettacolo nato dall’unione di Stefano Guarino Grimaldi e Giuseppe Lacerenza, da anni artisti di strada. L’impatto delle loro esperienze produce un evento giocato sui numeri di giocoleria, acrobatica, trasformismo e fuoco nell’impostazione cabarettistica. Attesa per le acrobazie del Circo Xiclo, conosciuto ed apprezzato in tutto il Sud America: si esibisce da anni con tanto di tendone e strutture per i numeri aerei. Originale la scelta di combinare le ricercate tecniche circensi con l’azione teatrale, la musica dal vivo, la comicità, dando vita ad una delle proposte più interessanti e stupefacenti di circo-teatro del momento. Le abilità nella giocoleria, i numerosi aerei al trapezio e sulla corda tesa, lasciano a bocca aperta grandi e piccini. I due appuntamenti proposti alla “Fenice" sono stati studiati appositamente per il Festival di Amandola. “Zeromoses" vedrà impegnati nella danza Philippe Barbut, Biagio Caravano, Michele Di Stefano, Laura Scarpini; le musiche sono di Paolo Sinigaglia. Zero Moses, nome e cognome di un atto senza identità, parte da un presupposto che una fortezza sia stata abbandonata per sempre, e si colloca nel momento esatto in cui il patriarca esce dal palazzo, il licaone esce dalla gabbia. Seguirà “Vent pulverized version", con Fabrizio Favale e Martina Danieli. L’allestimento nasce come puro esperimento, improvvisamente e fuori programma. Vista l’impossibilità per lo spettatore di cogliere, con la sola visione dal vivo, il complesso drammaturgico e ritmico dell’opera, sono state messe in atto strategie e sperimentazioni con nuove tecnologie video e sonore. A mezzanotte, concerto degli “Insetti". La band è composta da tre elementi; musica e gestualità teatrale si sposano in un contesto molto ironico. Gli spettacoli proposti nel teatro ‘La Fenice’ saranno diffusi anche con maxischermo in Piazza Umberto I.

articolo visualizzato 632 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 29-08-2002

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...