GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » DIARIO: 2 0TTOBRE 1943
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

DIARIO: 2 0TTOBRE 1943


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

L’ansiosa attesa ed il silenzio dei giorni  seguiti alla caduta del fascismo e all’armistizio, segnati dal ritorno a casa di tanti  militari sbandati, furono rotti alle tre del mattino da pesanti rumori di camion e passi cadenzati di SS tedesche che avevano occupato tutta la cittadina.AMANDOLA BANDITEN, era stato detto ai comandi germanici da alcuni collaborazionisti.La popolazione subito affacciatasi agli spiragli delle finestre vide le truppe  che bussavano a tutte le porte, entravano e perquisivano ogni locale alla ricerca d’armi e di giovani renitenti  agli ordini di arruolamento.Avevo un fratello di vent’anni che subito si nascose in un piccolo granaio  predisposto all’uopo in quanto i rastrellamenti venivano fatti in tutta Italia.Eravamo cinque figli e con i genitori rimanemmo in trepida aspettazionePassà un’ora finchà© sentimmo il battente del portone rompere il pesante silenzio, aprimmo edalcuni soldati entrarono chiedendo armi, armi.Mio padre era stato ufficiale di artiglieria nella prima guerra mondiale, era stato fatto prigioniero nella tragica notte di Caporetto. Consegnà le due pistole d’ordinanza che possedeva ed un fucile da caccia, dopodichà© i soldati se n’andarono.Davanti alla casa c’era una fontana con una vasca di quelle che servivano per abbeverare gli animali.Le truppe avevano catturato due giovani ex militari che scappavano impauriti; avevano fatto parte  di un nucleo antiaereo di stanza  in Amandola. Uno di loro portava una pistola in tasca.Li immersero ripetutamente nell’acqua colpendoli con i calci dei fucili, poi uno lo liberarono anche per l’intervento della moglie che strillava disperata, l’altro, quello con la pistola, lo portarono in piazza.Dopo un po’ il battente del portone ruppe di nuovo il silenzio, nessuno parlava, due militari chiesero a mio padre di seguirli.Si svolse un sommario processo: davanti alle truppe schierate c’erano tre imputati, il Sindaco, mio padre ed il giovane militare.Il sindaco affermà e provà che i manifesti che imponevano la consegna di tutte le armi PENA LA MORTE non erano stati ancora affissi perchà© erano giunti solo la sera precedente; infatti li trovarono in una stanza del comuneDentro casa c’era chi aveva intuito e chi no quello che stava succedendo, io ad un certo punto tentai di raggiungere la piazza ma fui dissuaso da alcuni amici non ricordo con quali parole.A questo punto le campane a martello. Se qualcuno che legge ha provato nella vita che cosa significa udire un suono che usualmente invita alla festa, percepito come un messaggio di morte, puà capire l’angoscia che in quel momento ci assalì tutti.Poi le scariche.Due in successione.Ancora oggi gli incubi notturni mi fanno rivivere quella sensazione terribile di aver perduto il  padre per mano del nemico che lui aveva combattuto per quattro anni sul fronte alpino.La realtà  fu al tempo stesso tragica e liberatoria.ANGELO BIONDI, il giovane militare, era stato ucciso, a mio padre era stato ordinato di assisterealla esecuzione a monito di chi non obbedisce agli ordini di HITLER e rimandato a casa accompagnato dal sindaco.Mi rivedo tutti a tavola,più tardi, seduti  a mangiare, ma non ricordo che sia stata da qualcuno proferita una sola parola.Rifletto su quanto sia stata fortunata la mia generazione vissuta nella seconda metà  del secolo scorso.  Io, durante il servizio militare, pochi proiettili li ho sparati contro una povera sagoma.Quella vissuta nella prima metà  ha cominciato con la guerra in Libia, poi la guerra mondiale, poi la guerra d’Africa, poi la guerra di Spagna e infine la seconda guerra mondiale.Forse oggi siamo ossessionati dal PIL,ma é tutta un’altra cosa.Renzo Mori 

articolo visualizzato 838 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 02-10-2007

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...