GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Dal 1995 è in atto
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Dal 1995 è in atto


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

AMANDOLA — «Dal 1995 è in atto un'azione sottile di smantellamento del nostro ospedale: questi sono i fatti, il resto conta poco o niente». Ci va duro, nel suo intervento, Vittorio Virgili (ex sindaco storico di Amandola e attuale vice presidente della Fondazione Carisap), nel commentare le sorti del nosocomio. Virgili, applaudito a lungo, ha parlato a conclusione dell'incontro organizzato, ieri pomeriggio, dal Lions Club sul tema: «L'ospedale di Amandola, da Gregorio Abbozzetti all'Asl 13». Era assente l'assessore regionale Augusto Melappioni: delusione tra i presenti. Ma col passare dei minuti l'interesse non è mancato. Sono intervenuti l'assessore provinciale Patrizia Rossini, il sindaco Franco Rossi, il presidente del Lions Club Tiziana Sbrancia, il dr. Sandro Cognigni, il capo dipartimento chirurgico della Asl 13 Antonio Angelozzi. Virgili non ha usato mezzi termini: «Cito un fatto per spiegare la lenta agonia del nostro ospedale: da un responsabile anestesista e due assistenti, dal 1998 dobbiamo affidarci a esterni assunti a contratto e assoldati spendendo 2.500.000 lire di vecchie lire al giorno! Eppure ad Amandola era stato bandito un concorso per assegnare il posto di responsabile del servizio della durata di 5 anni; concorso vinto dal dottor Paolo Fermani, che non ha mai effettuato una sola ora di servizio perché, dopo 6 mesi di ferie, è stato dirottato su Ascoli». Virgili ha tracciato le linee salienti del 'Vittorio Emanuele II', costruito con lasciti di benefattori e cresciuto nel secondo dopoguerra. Angelozzi si è affidato ai numeri per dire che l'ospedale funziona e non sono in atto smantellamenti: «Il reparto di chirugia di Amandola nel 2002 ha avuto un costo di 1.814.000 euro (nella media) e ha prodotto ben 771.000 euro di mobilità attiva. Se è vero che nel primo semestre 2003 (sullo stesso periodo del 2002) i ricoveri si sono ridotti del 35%, va detto che l'attività di day-surgey (ricovero giornaliero) è lievitata del 279%! Ciò significa che c'è stato un miglioramento del servizio, razionalizzando le spese e i posti letto, passati da 24+1 a 13+2. L'assistenza è data dalla qualità delle prestazioni, non dal numero dei posti letto». Il comitato cittadino non ha manifestato contro il Piano sanitario: assente Melappioni, striscioni e slogan sono stati accantonati. Ma il presidente Gasparri è stato durissimo: «I tagli ci hanno colpito in maniera selvaggia, chi dice il contrario mente». Le conclusioni sono state affidate al consigliere regionale Guido Castelli, firmatario della proposta di legge a difesa degli ospedali di montagna. Fabio Paci

articolo visualizzato 851 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 09-11-2003

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...