GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Consorzio Idrico, nubi sulla gestione Speranza.
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Consorzio Idrico, nubi sulla gestione Speranza.


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

ENTI & POLTRONE Consorzio idrico, nubi sulla gestione Speranza La Casa delle Libertà con la bocciatura del bilancio ha delegittimato il consiglio di amministrazione Bufera in vista per il Consiglio di amministrazione del Consorzio idrico Piceno. Dopo la bocciatura del bilancio di previsione per l’anno in corso e del triennale 2001-2003, ad opera della maggioranza dell’Assemblea dei sindaci, per il consorzio si profila un autunno di cambiamenti. E’ quanto emerge da una nota della Casa delle Libertà firmata dai segretari provinciali in cui, a proposito delle ultime dichiarazioni del presidente Emidio Speranza, il centrodestra ritiene che il presidente «calpesti con cinica indifferenza la chiara volontà democratica espressa dall’Assemblea dei sindaci del 3 agosto scorso». «E’ bene ricordare all’avvocato Speranza – si legge nel comunicato della Casa delle Libertà – che egli fu eletto presidente dall’Assemblea dei sindaci che rappresentano la legittimazione democratica del suo potere e che egli non può disconoscere e offendere a seconda delle convenienze politiche di ieri e di oggi. Vero è che i Sindaci dei comuni che si sono espressi contro il Bilancio in questione sono 22 su 50, ma rappresentano il 70% delle quote e della popolazione servita, tra cui i Comuni di Ascoli Piceno, Fermo, S. Benedetto del Tronto, Amandola e Porto S. Giorgio. Di fronte a questa realtà ognuno tiri le sue conclusioni; Speranza e la maggioranza di centrosinistra vogliono seguitare a detenere il governo del Consorzio idrico, mentre il centrodestra invoca il rispetto della volontà democratica, non essendo ancora obbligatorio pensarla come lui sul bilancio. Il presidente Speranza, con il suo protagonismo esagerato e inopportuno condivide l’ipotesi, praticamente inaccettabile, che, per il centrodestra, assolutamente maggioritario, si potrebbe fare un’operazione di visibilità nell’Ato (Ambito territoriale ottimale delle acque), come se fosse di sua spettanza indicare persone e ruoli, manifestando chiaramente che per lui è solo un problema di individuare poltrone per altri al fine di mantenere la sua e quelle dei suoi amici di centrosinistra. Non dimentichi Speranza – si legge ancora – che il compagno di partito Colonnella, Presidente della Provincia, mettendosi sotto i piedi ogni regola giuridica e di buonsenso, con l’applicazione di un modello di totalitarismo di sovietica memoria, si preoccupò a suo tempo di guidare una cordata di potere che non lasciò all’Ato nemmeno la rappresentanza al centrodestra. A questo punto, pur potendo imitare il modello già applicato dal centrosinistra, ricerchiamo il dialogo politico sugli interessi generali da difendere rispetto a quelli politici di parte».

articolo visualizzato 675 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 01-09-2001

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...