GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » «Caro Di Stefano dì la verità»
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

«Caro Di Stefano dì la verità»


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

AMANDOLAL’ex sindaco Rossi replica alle accuse lanciate dal direttore artistico del Festival. «Voleva 40 milioni: prendere o lasciare» «Caro Di Stefano dì la verità» AMANDOLA — «Non volevo entrare nel merito della rassegna Amandolafestival, ma per le bugie di uno dei direttori artistici, sono costretto a togliermi dei sassolini».L’ex sindaco Franco Rossi replica a Marco Di Stefano circa le gestioni della rassegna amandolese. «La storia non si inventa, qualcuno può provare a manipolarla, ma cinque anni sono pochi per far credere alla gente quello che ancora non è postumo. Nel ’99, l’amministrazione entrante, da me guidata, chiamò Di Stefano e nell’unico incontro che fu fatto, in presenza di tutti gli assessori, si affrontò un solo argomento: l’eventuale riconferma del direttore artistico unitamente ad altre persone (Avelio Marini e Brigitte Christensen). Ci accorgemmo che il gruppo era inscindibile, oltre a 40 milioni di lire come cachet: prendere o lasciare. Come si può notare, non si imbavagliò nessuno, come ora vuole fare intendere Di Stefano; anche perché, a differenza di altri, l’amministrazione da me guidata non ha mai interferito sulle scelte artistiche. Vale solo la pena ricordare che, al contrario, qualcun altro si fece promotore di incontri con la Regione ed altri esponenti politici (non solo marchigiani) per impedire che Amandola potesse avere il suo festival guidato da altri. Si può essere d’accordo o meno, ma l’unica verità è quella che per cinque anni si è sempre dato addosso ad una manifestazione che doveva essere invece monopolizzata, ed ancora oggi lo si continua a fare. Sfido chiunque, con prove e documento alla mano, a dimostrare il comportamento scorretto ed antidemocratico dell’amministrazione Rossi, che non si è mai permessa di criticare i 15 anni di festival precedenti, come purtroppo si sta facendo ora, con dovizia e con ogni mezzo, nei confronti del festival che, dal 2000 al 2003, ha diretto Pepi Morgia. Colgo l’occasione per ringraziare Morgia, per la sua integrità di artista e soprattutto di uomo». Infine, Rossi dà un consiglio a Di Stefano: «Occorre fare autodifesa, ma dire la verità o, meglio ancora, stare zitti e fare il proprio lavoro, se si crede in quello che si propone, facendo giudicare il pubblico vero».Fabio Paci

articolo visualizzato 686 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 03-09-2004

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...