GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Cacciatori per l’ambiente
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Cacciatori per l’ambiente


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Battuta annuale nell’oasi di ripopolamento, prese 92 lepri Cacciatori per l’ambiente Andranno ad arricchire le campagne fino ad Amandola MONTE URANO – Un intenso lavoro ma che ogni anno dà i suoi ottimi frutti e soprattutto lo spunto per la nascita di una selvaggina locale, un forte ceppo autoctono, che caratterizzi la zona. Sono i due principali motivi di orgoglio di questi giorni degli appassionati di caccia alle prese con il progetto della zona di ripopolamento e cattura. Con sette battute si è conclusa nei giorni scorsi la prima fase della cattura. Novantadue le lepri catturate nella vasta zona di ripopolamento a cavallo tra i territori di Monte Urano, Sant’Elpidio a Mare e Fermo, che andranno ad arricchire l’area dell’ambito locale di caccia. Si tratta di un’area compresa tra i due fiumi Aso e Chienti fino ad Amandola e Comunanza. E’ il frutto di un lungo lavoro iniziato nella primavera dell’anno scorso con il censimento della selvaggina effettuato dai tecnici della Provincia i quali, constatando una elevata consistenza faunistica nella zona di ripopolamento, avevano indicato in 110 unità il numero massimo di lepri da catturare.Ora, dopo i simpatici quadrupedi tocca ai fagiani. E’ questa infatti la seconda fase dell’operazione, le gabbie sono già pronte, presto s’inizierà la pastura delle aree e poi la cattura. Anche questi volatili nati e sviluppatisi con vigore nel Fermano, andranno poi a rimpinguare le aree di campagna fino ad Amandola.”Sono molto soddisfatto di questo lavoro – spiega il presidente provinciale dell’Arcicaccia, Domenico Verdecchia – si tratta di successi che sono il frutto della gestione totale del territorio, e se si lavora bene i risultati arrivano. Il nostro più grande motivo di orgoglio è quello di contribuire alla crescita di un ceppo di selvaggina autoctona nel nostro territorio, a salvaguardia di un ambiente che amiamo molto e sempre difendiamo”.R.RT.

articolo visualizzato 843 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 03-02-2004

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...