GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » “Brilla” la valanga a Montemonaco
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

“Brilla” la valanga a Montemonaco


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Polemica sullo stato di calamità “Brilla” la valanga a Montemonaco Anche oggi scuole chiuse in alcuni Comuni montani, tra i quali Amandola, Montemonaco e Montegallo. Ieri, in questi tre località è proseguita l’opera dei mezzi spazzaneve e spargisale, per liberare le ultime strade dallo spesso strato di neve caduto nei giorni scorsi. A Montemonaco, dove la situazione resta critica, nella giornata di oggi verrà fatta brillare la valanga che impedisce l’ingresso nella frazione di Foce, dove da alcuni gioni si trovano isolate nove persone. Dopo la perlustrazione di ieri, oggi, un elicottero della Protezione civile sgancerà alcuni palloni di idrogeno e ossigeno sul luogo dove è avvenuta la valanga, facendo precipitare la massa nevosa a valle e liberando in questo modo la strada per Foce. E ieri mattina, come ha spiegato il sindaco, Vittorio Sansonetti, alcune frazioni di Montemonaco risultavano ancora isolate. Una circostanza che ha suggerito al primo cittadino di emettere l’ordinanza di chiusura delle scuole anche per oggi. Ad Amandola il sindaco, Riccardo Treggiari, ha ordinato, come priorità, la pulizia degli spazi cittadini, tra i quali la piazza e il vale principale, per destinarle ad aree di sosta. «Si tratta di un provvedimento necessario – ha spiegato Treggiari – perché in questo modo riusciamo a convogliare tutte le macchine in zone predefinite, consentendo in questo modo, la pulizia delle altre strade con gli spazzaneve». Anche se ancora non è stata fatta alcuna stima dei danni, il sindaco di Amandola valuta, per gli interventi dei mezzi meccanici, per soli tre giorni, un esborso del Comune di circa 20.000 euro. «Questo solo per un periodo limitato di interventi – aggiunge Riccardo Treggiari – perché alla fine i soldi saranno sicuramente di più». Ma il primo cittadino di Amandola si preoccupa anche della dichiarazione dello stato di calamità, emessa sabato dalla Provincia. «Non intendo fare assolutamente alcuna polemica – dice Treggiari – ma nell’ambito dello stato di calamità, mi sembrerebbe opportuno riservare, in via prioritaria, gli aiuti ai Comuni montani che hanno ricevuto i danni maggiori dalle nevicate dei giorni scorsi». D’accordo su questa ipotesi anche il sindaco di Montegallo, Giuseppe Serafini, che ricorda come, «secondo le misurazioni fatte dal Corpo Forestale, nel nostro territorio la neve ha raggiunto i due metri e dieci centimetri di altezza. Mi sembra, quindi, opportuno l’intervento del mio collega Treggiari sulle priorità nel concedere gli aiuti dello stato di calamità ai comuni montani».

articolo visualizzato 895 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 01-02-2005

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...