GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Basta divisioni con Fermo
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Basta divisioni con Fermo


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

Basta divisioni con Fermo L’economia non conosce alcun confine La sconfitta di noi ascolani nella guerra di secessione ascolo-fermana è una questione di lobbying, ovvero di capacità dei titolari della leadership politica ed economica di un territorio di rappresentarne e sostenerne gli interessi. Presupposto essenziale di una efficace azione di lobbying è la costruzione di solidi e strategici rapporti istituzionali, politici, economici, culturali ed anche umani. L’incapacità di costruire tali rapporti costa l’isolamento politico e la marginalizzazione socio-economica del territorio rappresentato. Purtroppo proprio su questa deriva insiste a condurci il Sen. Ciccanti spalleggiato nell’occasione dall’ex-presidente Carisap Spalvieri. Il rilancio del territorio ascolano passa per la ripresa dei rapporti con i territori circostanti, per la messa a sistema di tutto il piceno senza tener conto dei confini geo-politici. I nostri due paladini al contrario vogliono erigere un muro lungo l’Aso e punire coloro che hanno “tradito” la causa ascolana scegliendo l’opzione fermana. Ed ecco che il Senatore, in un’intervista apparsa il 1° giugno, elenca tra gli effetti consequenziali della nuova provincia la ridefinizione del legame di Amandola con la Fondazione Carisap. L’indomani Spalvieri rende nota la sua mozione di sostanziale cancellazione di Amandola dal territorio di attività della Fondazione. La sua iniziativa è basata su un richiamo curiosamente parziale dell’art. 3 dello Statuto (omette di dire che Amandola figura al 3° posto nell’elenco dei 38 comuni ove la Fondazione svolge prevalentemente la sua attività) e corroborata da una tirata polemica verso il vertice della Fondazione accusato di usurpazione di prerogative politiche per aver pubblicamente affermato l’inesistenza di presupposti normativi, statutari e strategici, per operare la pretesa cancellazione. Le convergenti idee di Ciccanti e Spalvieri sono la quinta essenza del populismo demagogico in quanto agli occhi degli irresponsabili appare perfettamente logico che si faccia pagare in qualunque modo ai cugini fermani più prossimi una scelta di campo non gradita. Costoro non si preoccupano di aggravare lo stato di isolamento politico in cui versa l’ascolano, anzi è l’isolamento della comunità ascolana che consente loro di rimaner in qualche modo a galla. Ma, attenzione! Questa volta il rischio è anche quello di arrecare un danno patrimoniale alla Fondazione: la partecipata Carisap ha molti sportelli in territorio fermano la cui attività non è certo favorita dall’ arroccamento della Fondazione nei valli ascolani. PATRIZIO FELICETTI*

articolo visualizzato 699 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 19-06-2004

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...