GIBAS - Fabbrica Artigiana Lampadari
HOME » Cronaca » Bach e Mozart in clinica
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessun voto)
Loading ... Loading ...

Bach e Mozart in clinica


Warning: Creating default object from empty value in /www/htdocs/w00f7576/wp-content/plugins/post-image.php on line 23

RIPATRANSONE Straordinario spettacolo domenica al Mercantini Bach e Mozart in clinica RIPATRANSONE — Bach vive su una sedia a rotelle e sogna di volare, Mozart veste abiti femminili e vorrebbe rinascere. Il tutto nella fredda cornice di una clinica psichiatrica, luogo in cui si snodano le aspirazioni di due condizioni di vita estreme, come unico accenno di ribellione che ha il sapore di una risorsa per chi vuole cambiare la propria esistenza. Oltre al Teatro della Comunità, la terza edizione del Festival del Leone brilla in modo particolare per la presentazione al Mercantini, domani alle ore 21, de “Il progetto di Bach e Mozart” in collaborazione con la Cetec – Cooperativa Teatro e Carcere di Milano, regia di Adriano Vianello e Donatella Massimilla, musiche dal vivo(piano-clavicembalo)di Antonio Di Stefano. Caratterizzato da una trama avvincente e un ritmo incalzante, lo spettacolo si avvale dell’incontro di due straordinarie personalità come Romeo Martel e Marco Di Stefano. Ovvero un uomo segnato da una variegata esperienza di vita maturata attraverso diversi ambienti, tra cui il carcere, dove si è avvicinato al teatro e ne è uscito attore professionista, massaggiatore shiatsu e fabbro ferraio, e un altro che ha sempre vissuto in funzione del teatro, sua unica fonte di sostentamento fin dall’età di 17 anni. In altre parole Martel è l’emblema di un completo reinserimento umano e sociale, sancito da tenacia, capacità di soffrire e voglia di riscatto, mentre Di Stefano è un attore che non si è limitato soltanto a diventare noto al grande pubblico, ma ha spesso conferito al suo lavoro venature sociali e antropologiche. Un esempio per tutti, è l’applaudito progetto con i disabili “Così vicino, così lontano. Macerazione – Atto II” che ripeterà il 16 e 17 dicembre al Lauro Rossi di Macerata. “Portiamo in scena al Mercantini la ribellione di due persone in cerca di libertà” spiega Di Stefano, sottolineando la presenza della danzatrice toscana Virginia Salsa, che sostituirà Tanya Khabarova, e i numerosi consensi di critica e pubblico riscossi da “Il progetto di Bach e Mozart” sia a Roma che ad Amandola. Tra l’altro lo spettacolo è stato invitato al Fringe Festival di Dublino 2005,verrà rappresentato in inglese al Festival di Edimburgo,ed è segnalato dall’Eti per la distribuzione nazionale. L’ingresso è di 5 euro. Rosita Spinozzi

articolo visualizzato 762 volte
Inserito da Redazione Amandola.com il 25-09-2004

COMMENTI

Nessun commento all'articolo.

Lascia un commento

  • Anto: Tanto per rompere:- A Ennio. E’ rtivelao cic3b2 che i viventi percepiscono come bene...
  • natural health: Having read this I believed it was extremely informative. I appreciate you...
  • www.thefocc.com: Right here is the perfect website for anyone who wants to find out about this...
  • 5:2 Fast Formula Review: When some one searches for his necessary thing, so he/she wishes to be...
  • do diet patches work: I know this if off topic but I’m looking into starting my own blog...
  • セリーヌ ラゲージ: Magic toned diy and studs quality this bag. You will unearth raised logo discs inside...
  • buy instagram followers: When I originally commented I clicked the “Notify me when new...
  • short game instruction: I am sure this piece of writing has touched all the internet users, its...
  • Sim City 5 Key: Hello there, You’ve done an excellent job. I will certainly digg it and...
  • Caterina: Ho avuto l’onore di essere stata studentessa presso l’ospedale di Camerino...